BRUNO ARENA DEI FICHI D’INDIA – A quasi due mesi dal malore sul palco di Zelig, e a un mese dal trasferimento nel centro di riabilitazione specializzato, le news su Bruno Arena restano, come le condizioni di salute, stazionarie. Il bollettino medico che ogni sera appare aggiornato sulla pagina ufficiale della Ridens Management non ci da nessuna novità da un bel po’ di giorni, e sappiamo che la mancanza di novità è già di per sé una buona notizia. Le condizioni stazionarie, il lento recupero senza sbalzi sono quanto di meglio ci si possa aspettare dopo un’emorragia cerebrale, il ricovero e l’intervento chirurgico all’ospedale San Raffaele di Milano, il coma farmacologico da cui comunque l’attore comico è uscito.

Da quel 17 gennaio, giorno in cui Bruno Arena si è sentito male, i fan sono in ansia e riempiono di messaggi di sostegno e speranza la pagina Facebook del duo comico; incoraggiando anche il collega e “gemello” Max Cavallari, e sperando in lui per avere notizie che dicano qualcosa in più di quanto i bollettini ufficiali riportano.

Purtroppo sul web in questi due mesi sono circolate anche notizie false, persino che Bruno Arena fosse morto; ma ora il fenomeno si è placato, resta meno sensazionalismo e più affetto sicero. Le piccole-grandi novità che Max ha lasciato trapelare dai suoi messaggi ai fan sono state confermate dai bollettini ufficiali, anche se con più circospezione e meno poesia. Ora parecchi giorni, leggiamo su Bruno Arena che “Purtroppo non è ancora possibile dichiarare che sia fuori pericolo nonostante sia fuori dal coma: la prognosi rimane ancora riservata anche se negli ultimi giorni ha iniziato ad avere alcune reazioni coscienti, ha aperto gli occhi, mosso le braccia ed una gamba.

Queste reazioni in seguito agli stimoli legati alla terapia sono certamente un ulteriore buon segnale verso la guarigione ma fino a quando il risveglio non sarà completo i medici non potranno capire con esattezza la situazione clinica e sciogliere la prognosi”.

Intanto proprio Massimiliano Cavallari è tornato sul palco, senza Bruno Arena, e ha affidato alla pagina Facebook il suo pensiero: “Io inizio a salire sul palco… alla mia sinistra ci sono le tue cose: la tua parrucca, la tua sedia, e il tuo microfono con scritto BRUNO… sempre li… da 24 anni… Dico al pubblico che hai un leggero ritardo… questo traffico!!! Non fare tardi… e guida piano…”. “La tua assenza mi appartiene”.
L’assenza di Bruno, che insieme a Max Cavallari forma il duo comico dei Fichi d’India dal 1988.

La coppia di comici è inseparabile da quando nacque, durante una passeggiata sulle spiagge di Palinuro, fra i fichi d’India appunto, ed è inseparabile dal suo pubblico, con i suoi tormentoni e i suoi ararara. Per questo in tanti, tantissimi fan, continuano ad inviare messaggi a Bruno attraverso Max, a chiedere “Bruno come sta?”.