Colombia, polizia uccide avvocato con taser

Violente rivolte sono scoppiate a Bogotà e in altre parti della Colombia dopo la morte di un avvocato che ha ricevuto ripetute scosse elettriche con un taser (pistola stordente) da due agenti di polizia che lo avevano già immobilizzato e che implorava loro di fermarsi.

Colombia, polizia uccide avvocato con taser

Nonostante l’uomo, un avvocato di 46 anni e padre di due figli, identificato come Javier Ordóñez, abbia implorato loro di fermarsi e alcuni vicini abbiano cercato di intervenire, i due agenti hanno

continuato. A quanto pare, al cittadino era stato richiesto di non bere alcolici in strada, alla periferia di un complesso residenziale.

Colombia, polizia uccide avvocato con taser

La scena dell’arresto, in cui l’uomo a terra e alcuni testimoni implorano la polizia di smettere, è stata diffusa sui social e ha fatto scatenare le violente proteste a Bologtà. Le ultime notizie parlano di 5 morti.