COCA-COLA BIBITA CULT, “COMING TOGETHER” CONTRO L’OBESITÀ – La Coca-Cola Co. si difende dalle accuse di essere causa di sovrappeso e obesità con i suoi prodotti, lo fa attraverso una campagna promozionale del proprio marchio incentrata sulla sensibilizazzione ad una nutrizione responsabile e consapevole, oltre che promuovendo la linea Coca-Cola di bevande light con poche o zero calorie.

Da sempre al centro delle critiche dei nutrizionisti, ma comunque la bevanda gassata più consumata, Coca-Cola ha portato in prima serata TV spot pubblicitari tesi a difendere la sua non responsabilità nel sovrappeso e nell’obesità degli americani.

Il debutto del nuovo spot Coca-Cola, dal titolo “Coming Together“, è avvenuto lunedi notte sui canali USA di informazione via cavo, l’azienda prodruttrice di bevande più importante del mondo ha affrontato quello che ha definito “la complessa sfida all’obesità“.

Coca-Cola ha presentato così i suoi sforzi per essere trasparente sul contenuto nutrizionale dei propri prodotti e per espandere la sua linea di bevande con poche o senza calorie. “Oggi, ci piacerebbe che la gente si confrontasse su qualcosa che riguarda tutti noi: l’obesità“, dice nello spot una voce suadente femminile, sulle immagini di americani sorridenti con la loro Coca-Cola. “è in gioco la salute delle nostre famiglie e del paese“. Segue nello spot la presentazione di una serie di statistiche che mirano a scaricare la responsabilità del colosso USA delle bibite riguardo all’obesità.

Ma non mancano le critiche a questa operazione di marketing della Coca-Cola. Michael F. Jacobson, direttore esecutivo del Center for Science in the Public Interest, ha detto che la nuova pubblicità è il tentativo della Coca-Cola Co. di “prevenire la politica di riduzione del consumo delle bibite zuccherate“, che comprende l’aumento delle tasse su questo tipo di prodotti e l’istituzione di divieti . “L’industria delle bibite gassate è sotto assedio, e per una buona ragione“, ha detto Jacobson. “Questa nuova campagna pubblicitaria è solo un tentativo di limitare i danni e non un contributo significativo per affrontare l’obesità“.

La responsabilità dei produttori di bevande zuccherate e gassate nell’aumento del tasso di incidenza dell’obesità in America è stato un problema particolarmente controverso nel corso dell’ultimo anno, con l’intervento anche di Michelle Obama sugli effetti dell’assunzione delle bibite gassate zuccherate e/o con edulcoranti, e si preannuncia protagonista anche del 2013.

New York è pronta nel 2013 ad applicare un divieto, approvato lo scorso anno dal consiglio di salute della città, sulla vendita di bevande zuccherate in maxi formato, almeno in alcuni luoghi. I sindaci di altre città statunitensi si stanno muovendo in direzione analoga a quella di Michael Bloomberg.

Il mese scorso, la cantante pop Beyoncé è stata scelta ufficialmente come testimonial della PepsiCo., per importanza e diffusione il secondo brand di bibite gassate al mondo. Nell’ambito della partnership, la sua immagine apparirà su alcuni lattine Pepsi e la cantante apparirà negli spot promozionali per il marchio. Beyoncé sarà affiancata dal marchio Pepsi anche durante la sua esibizione durante il Super Bowl il 3 febbraio. Gruppi di salutisti hanno invitato la superstar a recedere dalla collaborazione, o almeno a donare il ricavato agli ospedali, ad associazioni di diabetici e obesi o altre organizzazioni sanitarie. La cantante non ha ancora risposto in modo ufficiale alla proposta.

Ma è Coca-Cola ad essere un punto fermo nella vita degli americani da più di 100 anni e le sue pubblicità iconiche hanno influenzato le scelte delle altre industrie produttrici di bibite. Questo nuovo spot, e il secondo dal titolo “Be OK“, che verrà presentato mercoledì durante il programma “American Idol”, sullo stesso tema, avranno impatto sulle abitudini alimentari degli americani. Lo scopo dichiarato della Coca-Cola è combattere l’obesità con maggior senso di responsabilità nell’alimentazione. Ma è evidente che in questa maggior consapevolezza di cosa si mangia e si beve, la Coca-Cola resta un piacere a cui non rinuciare, almeno secondo l’azienda produttrice della bibita.

Ecco il video, tratto da YouTube dal canale ufficiale della Coca-Cola Co., dal titolo “Coming Together“. “Quando le persone si uniscono, le cose buone possono accadere“.

http://youtu.be/zybnaPqzJ6s