CLEVELAND (OHIO) – Aveva solamente 12 anni il bambino di colore colpito a morte mentre giocava con un’arma. Si scopre dopo che era una pistola giocattolo. Ancora un dramma dagli Stati Uniti. E anche questa volta protagonista la polizia locale al centro di feroci contestazioni da parte della popolazione di colore. La tragedia e’ successa a Cleveland in Ohio, gia’ teatro di una sparatoria venerdi’ notte. Il ragazzino americano, al “mani in alto” avrebbe mosso la mano verso il finto revolver provocando gli spari dei due agenti di polizia.

Il ragazzino stava giocando all’interno di un parco giochi e delle persone avevano chiamato la polizia perche’ lo avevano visto con una pistola in mano mentre la puntava alla gente che incontrava. Arrivato sul luogo due agenti di polizia gli hanno intimato di alzare le mani, ma il piccolo si sarebbe rifiutato dirigendo le mani verso l’arma. Colpito allo stomaco il bambino di colore e’ stato portato subito in ospedale. Operato prontamente ma i dottori non sono riusciti a garantirgli la sopravvivenza, ed e’ deceduto. Foto di repertorio, fonte notizia cleveland.com.