IMMATRICOLARE LA MACCHINA SOLO SE SI VINCE ALLA LOTTERIA – Le autorità di Pechino hanno annunciato che la città ridurrà ulteriormente il numero di nuove targhe automobilistiche a disposizione, per ridurre il traffico e l’inquinamento atmosferico.

Le emissioni degli autoveicoli sono stati identificate come una fonte importante di inquinamento atmosferico nella capitale cinese. Dal 2014 fino al 2017, il numero di nuove immatricolazioni possibili per le autovetture sarà ridotto da 240 mila a 150 mila l’anno.

Una lotteria mensile è il sistema attuale di “selezione” delle vetture da immatricolare. Il numero di richiedenti che hanno partecipato all’ultima lotteria, nel mese di novembre, è stato maggiore di 1 milione 740 mila.

Il sistema di estrarre a sorte i fortunati che avranno il diritto ad immatricolare l’auto prevede l’accesso alle iscrizioni per il sorteggio solo di chi è residente a Pechino e che abbia pagato le tasse nella capitale per almeno cinque anni consecutivi.

Le nuove regole faranno sì che si aggiungano alle macchine della capitale solo 600 mila nuove vetture nei prossimi quattro anni, di cui 430 mila veicoli a benzina e 170 mila veicoli alimentati con nuove fonti di energia.

Con l’intento di ridurre le vetture a benzina e incoraggiare, negli anni, lacquisto e l’uso di automobili ad energia elettrica.

Pechino ha introdotto il sistema dell’estrazione alla lotteria del permesso di immatricolare i veicoli, nel 2011. Nell’ambito del sistema, i potenziali acquirenti di auto nuove devono partecipare a una lotteria, che si ripete poi ogni mese, per ottenere un permesso d’acquisto. Coloro che non vincono possono rientrare nei turni successivi.

Il sistema di lotteria per ottenere una targa sarà intanto messo a punto per dare ai candidati che hanno partecipato più volte una maggiore probabilità di vincita. Inoltre, a partire dal prossimo anno, le estrazioni si svolgeranno ogni due mesi anziché mensilmente. le informazioni per questo articolo provengono dal China Economic Net online.