CIBO PER CANI E GATTI, ALLARME ENPA – Si tratta di crocchette per animali importate dalla Cina e presenti sul mercato, almeno negli USA, da anni. Gli snak sarebbero tossici per i nostri amici a quattro zampe, probabilmente contenenti una tossina che ne provoca malattia e, in molti casi accertati, morte.

La nota dell’Ente Nazionale Protezione Animali  del 23 ottobre 2013fa riferimento a fonti della FDA (Food and Drug Administration d’America), nella quale si ammette di non aver chiaro cosa abbia provocato i decessi, e non si fa il nome delle ditte incriminate di aver messo sul mercato il cibo per animali nocivo.

Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’ENPA, commenta il caso del cibo per animali made in China mostrando la sua seria preoccupazione: “Con la circolazione globale delle merci gli snack adulterati potrebbero arrivare anche in Italia, del resto, non sarebbe una novità. Purtroppo il nostro Paese non è nuovo ad episodi del genere”.

Il Ministero della Salute è stato sollecitato dall’ENPA a provvedere ai controlli necessari per assicurare che i mangimi per animali in commercio in Italia non siano contaminati con sostanze nocive. I controlli sono necessari non solo nella grande catena di distribuzione e nei negozi specializzati nella vendita di cibo e accessori per animali, ma anche nel settore della vendita all’ingrosso e nei casi di vendita di cibo per gatti e cani

online, magari con consegna a domicilio. Non è detto nemmeno che il prezzo delle crocchette che acquistiamo per i nostri animali ci preservi, e li preservi, dai rischi di una nutrizione inadatta; anche se è lecito pensare che il cibo per animali cinese possa essere più economico delle crocchette di grandi marche.

Il testo integrale del comunicato stampa dell’ENPA relativo all’allarme negli USA per gli snak tossici, è consultabile sul sito ufficiale dell’ente. I dati riportati nel comunicato parlano di 600 animali morti negli Stati Uniti e altri 3600 che hanno avuto disturbi gastrointestinali e sviluppato gravi patologie al fegato.