Carla Bruni modella attrice cantante Première Dame

Carla Bruni nella sua vita è stata tante cose: modella, attrice, cantante e Première Dame. In questi giorni è diventata anche icona per Radio Monte Carlo. In una lunga intervista esclusiva, l’artista italo-francese si è raccontata in una suite parigina a Rosaria Renna creando un legame che va oltre le parole, attraversa la musica e diventa immagine per dare vita alla nuova campagna di comunicazione dell’emittente a supporto del lancio del disco.

Dal 2 ottobre, ogni giorno alle 12:10 nel corso del programma “Due come noi” Radio Monte Carlo trasmette un momento dell’intervista, in cui Carla Bruni parla dei temi più cari della sua vita e della sua carriera, abbinato ad brano tratto dal nuovo album dal titolo “French Touch” in uscita venerdì 6 ottobre.

Sul sito www.radiomontecarlo.net ogni giorno sarà on line la versione video dell’estratto dell’intervista mandato in onda.

E’ una Carla Bruni sorridente e divertita, poco trucco e abiti comodi, che si confida a Rosaria Renna. Gioca con il microfono (affascinata dalla corona del logo e dai brillantini), si siede disinvolta sul divano. Parla delle sue ansie da mamma “molto italiana”, confessa di ascoltare la radio e di avere ancora le foto delle pop star alle pareti del suo studio, che è un piccolo scrigno dei ricordi da cui sono uscite le 11 canzoni del nuovo disco, altrettanti omaggi ai suoi punti di riferimento musicali.

Il primo è “Enjoy the silence” dei Depeche Mode, che Carla Bruni racconta di aver ascoltato e suonato mille volte da ragazza, accompagnata dalla sua chitarra. Poi “Jimmy Jazz” dei The Clash (“si dovrebbe cantare dopo aver bevuto qualche birra, più che rockettara io sono una punk nascosta”), “Moon River” resa famosa dal film “Colazione da Tiffany” (“Audry Hepburn che suona l’ukulele seduta sulla scala anti incendio di Manhattan è un’icona, insieme a Rita Hayworth in La Signora di Shanghai”) o “Miss you” dei Rolling Stones (“Ho inviato la registrazione, loro sui social hanno pubblicato un post con scritto “We like!””).

Ogni giorno Radio Monte Carlo svelerà una canzone del nuovo album, prodotto da David Foster: “Questo disco avrebbe potuto chiamarsi tranquillamente Italian Touch – racconta l’artista a RMC – perché do la mia interpretazione “europea” di grandi brani conosciuti in tutto il mondo. Se dovessi scegliere una canzone italiana che non ho ancora cantato vorrei omaggiare Lucio Battisti con Il mio canto libero”.

Carla Bruni ha scelto Radio Monte Carlo per un emozionato ricordo di Gianni Versace, a pochi giorni dalla settimana della moda milanese che ha visto la reunion delle storiche top model: “Ritrovarci tutte in passerella, accanto alla famiglia di Gianni è stato un colpo al cuore… devo chiedere a Naomi Campbell se ha un segreto per rimanere così in forma, magari pende delle vitamine…”. E sul passare del tempo e della sua bellezza dice: “Quando ero molto giovane ero vanitosa, volevo essere notata. Adesso per me la bellezza è soggettiva. I suoi canoni cambiano in base alla cultura e al tempo. In questo momento mi piace sentirmi comoda”.

Nonostante sia un’artista cosmopolita sempre in viaggio. La vera natura italiana di Carla Bruni emerge tra una confidenza e l’altra con Rosaria Renna: “Sono una mamma ansiosa, sempre preoccupata di ogni cosa. Mi piacerebbe essere più disinvolta!”.

“Ero un po’ in soggezione all’idea di incontrare Carla Bruni. Un’icona di bellezza ed eleganza, una top model da copertina – racconta Rosaria Renna – invece mi sono ritrovata su un divano a chiacchierare con una donna simpatica e magnetica, che non ha paura di parlare di sé e delle sue fragilità. Abbiamo creato subito una bella intesa, ha anche paragonato i miei capelli a quelli di Rita Hayworty… una bella sorpresa, sentirselo dire dall’ex Première Dame!”.