ANCORA CALDO IN ITALIA – Le condizioni meteo, per martedì, mercoledì e giovedì, prevedono temperature record che arriveranno ai 40 gradi in alcune regioni. Sabato e domenica si dovrebbe tornare alla media stagionale e dovrebbe allentarsi la morsa dell’afa dell’anticiclone sahariano chiamato Scipione da Antonio Sano, meteorologo de ilmeteo.it.

Da Sergio Brivio, meteorologo di 3bmeteo.com arriva una precisazione, il caldo in Italia è da record anche se paragonato alle altre nazioni europee: “Sarà proprio la nostra penisola la nazione d’Europa più colpita dall’afa: farà più caldo in Italia che in Spagna o in Grecia“.

Pianura Padana, Puglia e Sardegna, probabilmente si aggiudicheranno il primato assoluto, con temperature anche di 40 gradi (a causa dell’alto tasso di umidità i gradi percecipiti saranno anche 42), ma 32/35 gradi ci saranno anche nel resto delle città d’Italia.

Riguardo alle giornate di mercoledì e giovedì per ora si parla di livello di allerta per il caldo tra 2 e 3 a Bologna, Bolzano, Brescia, Campobasso, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Latina, Milano, Perugia, Pescara, Rieti, Roma, Trieste, Venezia, Verona e Viterbo.

Venerdì, a partire dal Nord Italia, temporali rapidi ma intensi e Bora cominceranno a rinfrescare la penisola.

Il Maestrale sulla Sardegna e poi via via un calo delle temperature anche al Sud riporteranno le temperature nella media stagionale.

Per le previsioni metereologiche affidiamoci agli esperti, per proteggerci dal caldo record usiamo anche il nostro buon senso, oltre ai consigli per affrontare il caldo che la Protezione Civile mette a disposizione sul suo sito ufficiale.

Il Ministero della Salute, proprio in collaborazione con la Protezione Civile e il Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio, effettueranno un monitoraggio della situazione metereologica in 27 città e pubblicheranno giornalmente aggiornamenti sull’andamento meteo e le ondate di calore, per prevenire almeno in parte i problemi legati alla straordinaria ondata di caldo, a quanto pare la prima di una serie di tre che renderanno difficile questo inizio estate per gli italiani.