LA SALUTE DI BRUNO ARENA – Un tema che sta molto a cuore agli italiani che, oggi come ogni sera, attendono il bollettino medico aggiornato dalla agenzia del comico, la Ridens Management. Ogni sera alle ore 19:00 viene emesso il bollettino medico che purtroppo si ripete invariato da molti giorni, dopo quella sera del 17 gennaio, quando Bruno Arena ebbe un malore al termine della registrazione di una puntata di Zelig. Il malore era dovuto ad un aneurisma, una emorragia al cervello che ha richiesto un intervento chirurgico e l’inevitabile coma farmacologico necessario a proteggere il cervello da ulteriori danni, di cui si legge nelle news, che news non sono più, da molti giorni.

E anche questa sera, mercoledì 6 febbraio, dalla pagina della Ridens e dalla pagina ufficiale Facebook del duo comico Fichi d’India, apprendiamo che “Le condizioni di Bruno Arena, ricoverato all’Ospedale San Raffaele di Milano dalla notte di giovedì 17 gennaio, sono stabili: permane il coma farmacologico. Domani, giovedì 7 febbraio, l’ufficio stampa di Ridens emetterà un nuovo aggiornamento sullo stato di salute di Arena alle ore 19:00”.

Non è nemmeno questa sera la volta della notizia che vorremmo leggere tra le tante notizie su Bruno Arena: che Bruno  si è ripreso e che ha sorriso di nuovo, come sorrise per un attimo al suo

collega e “gemello” Max Cavallari, dopo il malore. L’unica cosa che è cambiata da allora è che l’ansia è aumentata, e che è stata aggiornata la foto di copertina sulla pagina ufficiale in Facebook, niente di importante. Importante è continuare a sperare e a far sentire a Bruno Arena e a Massimiliano Cavallari, ai colleghi di Zelig e ai parenti e al figlio Gianluca -anche lui un comico che in questi giorni si è esibito in teatro per i suoi fan, professionalmente, malgrado il dolore per la situazione di salute del padre- che gli italiani che hanno tanto riso con Bruno Arena aspettano di sorridere di nuovo ad una buona notizia sulle condizioni di salute, aspettano di ridere alle sue battute insuperabili, ai suoi personaggi.