Brexit, May: "Via dall'Ue e fuori dal mercato comune europeo"

La premier inglese: “Si a accordo di libero scambio, ma controllo su immigrazione”. Sarà una “hard” Brexit. Non usa queste parole ma è la sostanza, secondo Sky News,  dell’annuncio fatto dalla premier britannica Theresa May (foto) in un discorso alla Lancaster House di Londra. “Non vogliamo più essere membri del mercato unico europeo, pianifichiamo un vertice biennale del Commonwealth. Costruiremo una Gran Bretagna veramente mondiale” ha detto May illustrando i piani per i negoziati sull’uscita del Regno Unito dalla Ue.

“Non vogliamo che l’Unione europea si smembri ma da parte dell’Ue è mancata la flessibilità nei confronti di Londra e i britannici se ne sono accorti” ha infine commentato la premier britannica, definendo la decisione della Gran Bretagna “una lezione anche per l’Ue se vuole avere successo”.

Libero mercato e immigrazione al centro. La Gran Bretagna – nelle parole della May – punta dunque a un accordo di libero scambio con l’Unione europea ma non intende contribuire al bilancio europeo. “Vogliamo un rapporto nuovo e alla pari con l’Ue”, ha precisato la premier, che ha spiegato che non è quindi possibile una adesione “parziale” della Gran Bretagna all’Ue. E aggiungendo che un accordo punitivo da parte di Bruxelles non sarebbe un “gesto di amici”. La premier britannica ha poi annunciato che la Gran Bretagna riprenderà il controllo dell’immigrazione dai Paesi Ue e si ritirerà dalla giurisdizione della Corte europea di Giustizia.