ALLENAMENTO CON MODERN WARFARE – Un videogioco per prepararsi alle stragi, ecco che il terrorista norvegese Anders Behring Breivik dice nella quarta seduta del processo di aver usato un videogames conosciuto, “Modern Warfare“, per diverse ore alla settimana, nei 16 mesi precedenti alle stragi.

Il suo scopo era di allenarsi per eventuali scontri a fuoco con la polizia e nell’utilizzo del fucile.

Un altro videogioco, “World of Warcraft“, lo avrebbe tenuto impagnato per 16 ore al giorno in una sorta di anno sabatico che, isolandolo dal mondo, lo avrebbe aiutato a preparare gli attacchi terroristici di Oslo e Utoya.

Breivik ha precisato che tagliare i contatti sociali per un anno intero lo ha aiutato a preparare gli attacchi, ma il gioco in sé stesso è stato “Puro divertimento. Non ha nulla a che fare con il 22 luglio“.