ALLERTA BOTULINO – Trovate tossine botuliniche nei barattoli di olive dolci nere da 400 gr. marca “Bel Colle”. Attraverso una nota della Regione Lazio si avvertono i consumatori di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vedita presso cui è stato acquistato.

Ecco il testo integrale della nota pubblicata dalla Regione lazio sul sito web ufficiale.

L’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna ha rinvenuto tossine botuliniche in una confezione aperta di olive dolci nere da 400gr marchio “Bel Colle” lotto L 95-13 scadenza 25/12/2013 confezionato nello stabilimento di Fiano Romano (RM), Via Milano 35. Pertanto si avvertono i consumatori che qualora fossero in possesso di tale prodotto non devono consumarlo e possono restituirlo al punto vendita dove è stato acquistato“.

La proteina neurotossica prodotta dal batterio Clostridium botulinum, batterio anaerobico che può contaminare gli alimenti mantenendone pressoché inalterate le caratteristiche organolettiche e senza quindi che la contaminazione

sia visibile, rendendoli particolarmente pericolosi per la salute umana. La tossina è la più pericolosa conosciuta, l’ingestione di alimenti contaminati provoca un’intossicazione severa, nota come botulismo.

Il botulismo può essere lieve o fulminante e portare alla morte nel giro di 24 ore. Quanto più i sintomi compaiono precocemente più la malattia è grave. Ulteriori informazioni sul botulino sono repiribili alla relativa pagina di Wikipedia.