Non e’ ancora Natale e gia’ si parla di botti di fine anno. La notizia e’ di cronaca nera. La Guardia di Finanza di Cosenza sta effettuando sequestri sul territorio per contrastare la vendita e il maneggio di fuochi d’artificio illegali. L’ultima operazione dei finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Cosenza e dei militari dei Reparti della Sibaritide ha portato al recuperato di una ingente partita di “botti di fine anno“.

Sequestrate 5 tonnellate di fuochi di IV e V categoria, del valore di circa 2 milioni di euro stoccati in 4 depositi ubicati in zone abitate con potenziali rischi per la popolazione. Denunciate 9 persone.