Capodanno, appello a genitori e negozianti: “i nostri figli lontani dai botti e non vendete i botti ai minorenni”. Ogni anno i minori sono le vittime più indifese dei botti della notte di San Silvestro; pertanto, chiediamo con forza a tutti i genitori, familiari e parenti di prestare attenzione e di tenere lontani i bambini da ogni tipo di petardo, fuochi d’artificio e armi da fuoco.

Non possiamo permettere che, attratti dalla curiosità, facciamo esplodere i botti o raccolgano oggetti inesplosi e, apparentemente, inoffensivi.

A maggior ragione per la loro e la nostra sicurezza, oltre che per non alimentare un sistema di illegalità sempre diffuso, invitiamo a non ricorrere mai all’utilizzo di prodotti esplosivi illegali.
Ci appelliamo, inoltre, a tutti gli esercenti: è fondamentale che non vendano prodotti pirotecnici ai minori.

“Solo con la massima responsabilità, attenzione e collaborazione di tutti possiamo fermare il consueto bollettino di guerra di Capodanno, con i nostri figli vittime di incidenti mortali o nei quali riportano lesioni permanenti che durano tutta la vita, arrivando anche a comprometterla. – così Maria Rita Munizzi, Presidente nazionale del MOIGE – Movimento Italiano Genitori.