Bollettino Medico di Alex Zanardi operato al San Raffaele dall'Unità Operativa di Neurochirurgia.

Alex Zanardi è stato sottoposto a una “delicata procedura neurochirurgica per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo“. Questo è quanto hanno dichiarato i dottori nell’ultimo bollettino medico emesso dopo l’intervento avvenuto sabato, il giorno successivo al trasferimento presso la Terapia Intensiva Neurochirurgica del San Raffaele: le sue condizioni “appaiono stabili”.

“In merito alle condizioni cliniche di Alex Zanardi, l’Ospedale San Raffaele comunica che il giorno successivo al trasferimento presso la Terapia Intensiva Neurochirurgica, diretta dal professor Luigi Beretta, il paziente è stato sottoposto a una delicata procedura neurochirurgica eseguita dal professor Pietro Mortini, direttore dell’Unità Operativa di Neurochirurgia, per il trattamento di alcune complicanze tardive dovute al trauma cranico primitivo“.

L’ospedale comunica che “al momento gli accertamenti clinici e radiologici confermano il buon esito delle suddette cure e le attuali condizioni cliniche del paziente, tuttora ricoverato in Terapia Intensiva Neurochirurgica, appaiono stabili”.

Zanardi è stato trasferito al San Raffaele di Milano venerdì dalla clinica lecchese Villa Beretta, dove aveva iniziato un percorso di neuro-riabilitazione dopo il ricovero di oltre un mese e tre interventi chirurgici alla testa all’ospedale di Siena, per contenere i danni riportati nel drammatico incidente in handbike del 19 giugno in Toscana.

L’ex pilota di Formula 1 e vincitore di quattro medaglie d’oro paralimpiche, Alex Zanardi, nato a Bologna nel 1966, partecipava alla competizione Obiettivo Tricolore il 19 giugno, quando ha perso il controllo della sua handbike e ha invaso l’altra corsia della strada. Ha battuto la testa contro un camion che guidava nella direzione opposta. È stato trasferito a bordo di un elicottero all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena, uno dei centri sanitari più prestigiosi d’Italia, dove lo stesso giorno è stato sottoposto a una delicata operazione di neurochirurgia di tre ore.