Bitcoin, è tornata la stagione rialzista: tornato ai livelli di prezzo di inizio anno

Nell’ambito della correzione del prezzo del bitcoin dal massimo storico dello scorso novembre, le ultime due settimane hanno segnato un trend rialzista significativo, con un guadagno di 10mila dollari in quel periodo. Questo rally è servito anche a mitigare il calo dei prezzi dal massimo storico, dal 50% al 31%.

Nel mese di gennaio 2022 il prezzo del bitcoin è sceso del 17%, mentre a febbraio si è registrato un rimbalzo del 12%. Finora, a pochi giorni dalla chiusura di marzo, si sta delineando un primo trimestre verde per bitcoin, se l’attuale momento rialzista dovesse prendere piede.

Nella recente fase rialzista del prezzo, per la prima volta quest’anno si è verificato un susseguirsi di sei giorni consecutivi in ​​verde, che porta il prezzo di bitcoin ad un apprezzamento del 15% negli ultimi 7 giorni. Al momento della stesura di questo articolo, il prezzo di bitcoin è di 47.586 USD.

Ma forse la conseguenza più notevole di questa recente fase rialzista è che il prezzo del bitcoin, iniziato nel 2022 con il peggior gennaio della sua storia, quest’anno è riuscito a tornare alla redditività. Nel 2022, infatti, si è già registrato un ritorno positivo per bitcoin, sebbene al momento sia solo dell’1,6%.

Base per uno slancio rialzista in bitcoin

Nel bel mezzo di questa ripresa, ci sono ancora molti investitori bitcoin “subacquei” o con perdite non realizzate, soprattutto quelli che hanno acquistato intorno al 10 novembre 2021. Quel giorno, il prezzo del bitcoin ha raggiunto quasi $ 69.000.

Anche con gli incidenti dell’invasione russa dell’Ucraina, che inizialmente hanno spinto il mercato bitcoin e le azioni tradizionali al ribasso, i mercati delle criptovalute ora sembrano aver assimilato l’esistenza del conflitto.

D’altra parte, nelle dichiarazioni del manager del Comitato per l’energia russo giovedì 24 scorso, si profilava la possibilità che quel Paese accettasse bitcoin come mezzo di pagamento per la vendita di petrolio e altre forme di energia. Questo potrebbe essere interpretato come un fattore rialzista per bitcoin.

I dati storici favoriscono la corsa al rialzo di bitcoin

L’analista di bitcoin @TechDev_52 ha pubblicato su Twitter le conclusioni di un segnale di mercato che indicherebbe una stagione positiva per la criptovaluta, attraverso una metrica chiamata Bullish Cross Bitcoin Vortex 3W. Come mostrato nel grafico sottostante, l’indicatore è costituito da due linee oscillanti che appaiono nella parte inferiore del grafico. Uno di essi identifica movimenti di prezzo positivi (blu) e l’altro identifica movimenti negativi (rosso).

Quando la linea rialzista incrocia sopra quella associata ai movimenti ribassisti, indica un imminente breakout al rialzo del prezzo. @TechDev osserva nel suo tweet che di recente si è verificato un tale crossover, il quinto in 10 anni. Nelle precedenti quattro volte in cui si è verificato il suddetto crossover, è stata avviata una corsa rialzista significativa. L’ultimo è stato a dicembre 2020, quando il prezzo ha raggiunto un nuovo massimo storico superiore a $ 20.000.

Il fatto che bitcoin sia tornato alla redditività nel 2022 e che sia riuscito a superare i 45.000 USD la scorsa settimana, considerato un livello di resistenza chiave, come riportato da CriptoNoticias, sono antecedenti che rafforzano il sentimento rialzista che è riemerso nel mercato. L’iconico segno di $ 50.000 è il prossimo obiettivo per i rialzisti, il che è fattibile se la domanda mantiene il suo attuale slancio.