Risposta Bill Gates a Teorie del Complotto su Microchip e diffusione del Coronavirus.

Il co-fondatore di Microsoft Bill Gates ha parlato mercoledì di una teoria della cospirazione che lo accusa di essere dietro alla diffusione del coronavirus e, sotto le sembianze di un vaccino, inserire microchip negli organismi umani a scopo di sorveglianza massiccia.

Bill Gates ha detto alla BBC che ci sono molte “false voci” e “cose ​​non scientifiche”, e ha dichiarato che “è preoccupante che a volte in questo modo ci sia tanta follia”. “Quando avremo il vaccino, vorremmo sviluppare l’immunità di gruppo per coprire oltre l’80% della popolazione”, ha detto l’uomo d’affari, aggiungendo che lo sviluppo del vaccino “non ha nulla a che fare” con i microchip.

Un sondaggio, condotto da Yahoo News e YouGov, pubblicato a fine maggio, ha mostrato che il 44% degli elettori repubblicani e il 19% dei democratici credevano in questa teoria della cospirazione.

Alla domanda sulla sua opinione in merito, Bill Gates ha descritto questi dati come “un po’ preoccupanti”.

“Sono un po’ sorpreso del fatto che sia focalizzato su di me. Stiamo solo dando soldi per renderlo uno strumento: semplicemente scriviamo assegni alle aziende farmaceutiche […] e siamo considerati un agente equo tra governi e aziende per aiutare scegliere l’approccio migliore”, ha detto.

Per quanto riguarda il vaccino contro il coronavirus, attualmente in fase di sviluppo, il miliardario americano ha affermato che, quando sarà pronto, dovrebbe essere inviato nei paesi con il sistema sanitario più debole.

“Se la gente sente che si tratta di un complotto e che i vaccini sono generalmente cattivi, e se non ci sono persone disposte a essere vaccinate, ciò consentirà alla malattia di continuare a uccidere le persone”, ha detto.