PERFETTA, ALL’ANTEPRIMA DI HBO – Life is But A Dream, e anche Beyoncé è qualcosa di simile a un sogno. La cantante pop lo ha dimostrato ancora una volta sabato scorso, alla premiere del film documentario interamente incentrato su di lei, dal titolo, appunto, “HBO – Life is But A Dream”. Opera autobiografica scritta e co-diretta dalla stessa Beyoncé Knowles.

Il marito Jay-Z non era presente, ma Beyoncé ha compensato con la propria presenza scenica, camminando sul red carpet fuori del New York Ziegfeld Theater con Oprah Winfrey, la mamma Tina e la sorella Solange Knowles.

Abito nude look sul red carpet, a far risaltare il colore ambrato della pelle, fasce coprenti ad occultare le nudità e tanti lustrini luccicanti a sottolineare le sinuosità delle sue curve.

Beyoncé splendida e splendente, nell’abito, nei concetti espressi, nel docu-film e nei suoi commenti: sul suo aborto spontaneo, di cui non aveva mai parlato, sulla gravidanza, e sulla nascita di sua figlia Blue Ivy Carter. Una Beyoncé che sorprende anche dalle pagine di Vogue, in una intervista in cui dice “la vita è molto di più” di fama, successo e carriera, e confida: “Quando ero più giovane, ci sono stati momenti in cui ho detto: ‘Io non ho intenzione di avere figli’. E poi momenti in cui ne avrei voluti quattro. Ed ora ne voglio assolutamente un altro, ma non so quando“.