Dopo la gravidanza e il parto, Beyonce in piena forma fisica e vocale si esibisce ad Atlantic City, Revel Resort: 5500 fan che la applaudono, tra cui le donne della famiglia Obama, la First Lady Michelle e le due figlie Sasha e Malia. Beyonce, che mancava dalle scene dall’agosto del 2011, è tornata ad esibirsi, a cantare, a ballare e ad incantare il pubblico.

La neo mamma di Blue Ivy Carter ha aperto la serarta con “End of Time“, vestita con un abito luccicante d’argento e scarpe rosa, come lo smalto delle unghie! Ha poi eseguito i brani “Crazy In Love“, “Get me bodied” e “Party“.

Nelle canzoni dal ritmo più lento Beyonce ha fatto vibrare la sala di emozione, si è commossa lei stessa durante l’esecuzione di “Resentment“, poi ha messo tutta la sua potenza vocale nell’esecuzione della canzone d’amore “1+1“.

Ventiquattro brani, cantati tra l’ovazione del pubblico, nello spettacolo che si è prolungato fino a tarda notte per dare spazio anche agli omaggi canori di Beyonce alle grandi della musica recentemente scomparse. “I Will Always Love You” in ricordo di Whitney Houston e “Love to Love You Baby” per Donna Summer.

A fine articolo, il video di Beyonce in “I Will Always Love You“, per ammirare, oltre alle doti canore, la sua avvenenza anche dopo la gravidanza.

Il succinto abito rosso luccicante rivela un fisico in forma smagliante.

Altri brani eseguiti dalla cantante: la cover di “Ex-Factor“, di Lauryn Hill e “Iris” del gruppo musicale Goo Goo Dolls.

Oltre a cantare, Beyonce ha anche parlato al pubblico delle difficoltà che ha incontrato per tornare sul palcoscenico e alla dieta a cui ha dovuto sottoporsi, con un po’ di ironia ha spiegato: “Ho dovuto perdere 27 chili. Mi hanno messo sul tapis roulant a mangiare lattuga”.

Sul palco con Beyonce, la sua band composta esclusivamente di elementi femminili e i ballerini, più donne che uomini, mentre dal lato del palco suo marito J-Az la incoraggiava con la sua presenza.

Ecco il video, in cui Beyonce, sempre bellissima, canta “I Will Always Love You” per poi passare ad “Halo“, tra l’entusiasmo del pubblico ritrovato.