Berlusconi decaduto da senatore. Respinti i 9 ordini del giorno non in linea con le decisioni a favore della decadenza da senatore di Silvio Berlusconi, decadenza prevista nel rapporto della Giunta delle elezioni di palazzo Madama in applicazione della legge Severino,

Respinte dall’aula la questione pregiudiziale e la questione sospensiva chiesta da Pier Ferdinando Casini.

Silvio Berlusconi decade in un clima decisamente teso: con l’insistenza di Forza Italia, fino all’ultimo momento della seduta in Senato, per il voto segreto.

Irremovibile sulla decisione per il voto palese il presidente del Senato, Grasso.

Le dichiarazioni di voto che hanno seguito la discussione e le votazioni sui nove ordini del giorno contrari al rapporto della Giunta per le elezioni hanno portato alla decadenza di Silvio Berlusconi. Berlusconi non è più senatore.