Barcellona ritira la Medaglia d'Oro della città a Juan Carlos I, ex Re di Spagna.

Il consiglio comunale di Barcellona ha deciso questo giovedì di ritirare la medaglia d’oro della città all’ex monarca Juan Carlos I, dopo che lasciato la Spagna per andare a vivere nel lussuoso Hotel di Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti, decisione presa a seguito della notizia che era indagato dagli uffici del procuratore svizzero e spagnolo per i presunti reati di frode e riciclaggio di denaro.

Il provvedimento è andato avanti con i voti degli indipendentisti Esquerra Republicana de Catalunya (ERC) e Junts per Catalunya (JxCat); il rifiuto del Partito Socialista (PSC), del Partito Popolare (PP) e di Ciudadanos; e l’astensione di Barcelona en Comú, la formazione del sindaco Ada Colau.

La sessione plenaria straordinaria ha avuto un unico punto della giornata, che consisteva nel chiedere il ritiro della Medaglia d’Oro all’ex Capo dello Stato, esigendo responsabilità dal Governo presieduto da Sánchez per l’operazione che ha portato all’abbandono del Paese del

re emerito e chiedere che i crimini di diffamazione e calunnia contro la Corona siano abrogati. Proprio l’allusione all’esecutivo di coalizione ha motivato l’astensione del partito di Colau, che si è detto d’accordo nel forzare il ritiro della distinzione al re emerito.

L’ex Re di Spagna Juan Carlos I si trova negli Emirati Arabi Uniti dallo scorso 3 agosto, dopo che è esploso lo scandalo con le indagini della Procura svizzera e spagnola. Entrambi sono legati a una presunta donazione di 100 milioni di euro da parte della Famiglia Reale dell’Arabia Saudita, che è considerata una commissione illegale pagata all’ex monarca per l’aggiudicazione del contratto dei treni AVE a La Mecca.