Barcellona-PSG 6-1, partita memorabile che ha riscritto la storia del calcio

Barcellona-PSG 6-1 di Champions League, il giorno dopo. “Io ci ho sempre creduto e ho detto ‘abbiamo delle possibilità perché abbiamo una grande squadra e abbiamo un grandissimo giocatore che è Messi’. Sono tutti grandissimi, però questa partita è stata veramente memorabile e ha riscritto la storia del calcio. Anche lunedì scorso ho detto che per il Barca era difficile, ma non impossibile, ma solo per il Barca, nessun’altra squadra al mondo avrebbe potuto farlo”.

Così parla a Tutti Convocati su Radio 24 Ariedo Braida, direttore sportivo del Barcellona con delega per l’estero, all’indomani della partita vinta all’ultimo minuto contro il PSG. Sulla squadra avversaria Braida spiega: “La paura ti toglie le energie, ti toglie tutto quello che sai fare, un pavido non riesce a combinare più nulla, la paura ti fa scappare, probabilmente hanno avuto paura di questo grandissimo Barcellona e il Barcellona ha scritto una pagina pazzesca della storia del calcio”,

Al

conduttore Carlo Genta che chiede come cambia adesso la Champions League Braida a Radio 24 risponde: “Un grande allenatore diceva ‘le partite iniziano zero a zero e non si sa mai come finiscono’ e aveva ragione. Non bisogna mai dare niente per scontato, bisogna guadagnarsele tutte, minuto dopo minuto”. E sottolinea: “Bisogna lavorare e prepararsi al meglio, perché non esistono più partite facili, le partite sono sempre complicate. Il calcio va giocato e alla fine si tirano le somme. Bisogna sempre prepararsi bene e festeggiare poco, si festeggia quando si vincono i titoli. Bisogna festeggiare poco e prepararsi bene ad affrontare il prossimo avversario”.

Braida fa i complimenti anche a Luis Enrique e afferma su Radio 24: “Devo fargli un complimento non soltanto per ieri, ma per tutto quello che ha saputo fare, perché è un grandissimo allenatore, la sua alchimia che ha dentro la trasmette a tutti, lui con tutta la squadra riescono ad essere magici e bisogna dare merito a tutto quello che ha fatto e che farà”.