Atterraggio di emergenza per un aereo che perde pezzi di ruota sulla pista di decollo.

E’ successo in Bangladesh, all’Aeroporto Internazionale di Dacca-Hazrat Shahjalal, situato a 20 km a nord di Dacca. Il volo BG-601 della Biman Bangladesh Airlines, con 65 passeggeri a bordo e cinque componenti dell’equipaggio, si alza dalla pista con destinazione Sylhet. Poche centinaia di metri dopo dal velivolo si staccano pezzi di ruota che cade sulla pista di decollo. Fortunatamente il fatto non h causato danni a cose e persone

Uno dei tanti decolli che avvengono dall’aeroporto. Quando all’improvviso una parte della copertura esterna della ruota del carrello dell’aeromobile si stacca e precipita, impattando violentemente sulla pista. Il carrello è quindi rimasto con tre ruote. Sull’aereo i passeggeri non si accorgono dell’accaduto, se non fosse per l’avviso del comandante: «Abbiamo un guasto tecnico, tenersi pronti all’atterraggio di emergenza».

Scatta la procedura di sicurezza: lo spazio aereo è chiuso e sulla pista si preparano all’atterraggio di emergenza che avviene alle 16:30 senza problemi. Sentendo l’annuncio dell’incidente del quale non conoscono subito la dinamica, i passeggeri si fanno prendere dal panico e molti di loro iniziano a piangere, ha riferito un passeggero che ha chiesto di rimanere anonimo.

Per loro scatta il piano di “riprotezione” di Biman Bangladesh Airlines: in 65 partono con un’altra compagnia. Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta dall’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo. In particolare l’Agenzia nazionale sicurezza volo ha aperto una «inchiesta di sicurezza per inconveniente grave». Il velivolo resterà fermo a Dacca fino a quando non saranno completati gli accertamenti tecnici.

E’ evidente, commenta Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che l’incidente è un episodio gravissimo che «avrebbe potuto seriamente mettere in pericolo l’incolumità dei passeggeri. Ci sono troppi incidenti sfiorati anche a causa delle omessa revisione degli aeromobili.