arnold schwarzenegger morte culturisti

L’attore e 7 volte Mr. Olympia Arnold Schwarzenegger è chiaro: “Cercare di diventare più grandi e l’abuso di steroidi sta uccidendo i bodybuilder”.

Arnold Schwarzenegger continua a parlare chiaramente dello stato attuale del body building. E nessuno meglio di lui per parlare dell’uso di steroidi o dei pericoli di spingere l’allenamento al limite. Vincitore di 7 volte Mister Olympia, è molto preoccupato per la deriva di questo sport negli ultimi anni… E questo include l’ossessione per la taglia e quanto possa essere pericolosa. Tutti ci chiediamo: Perché così tanti bodybuilder muoiono in così giovane età?

Ed è che ci sono state molte morti di body builder durante l’ultimo anno che hanno influenzato duramente lo sport. Shawn Rhoden e George Peterson sono morti improvvisamente alla fine del 2021. Anche Cedric McMillan è morto lo scorso aprile a causa di complicazioni cardiache.

“Potrei sbagliarmi, ma avere un bell’aspetto sul palco secondo me è esagerato. Molti atleti, ossessionati da questo, corrono rischi che non dovrebbero”.

L’ossessione dei body builder per le dimensioni

“Taglia, taglia e ancora taglia”, dice. Ed è che non ha mai raggiunto i volumi muscolari che vediamo ora in ragazzi come Nick Walker o il doppio campione dell’Olympia Big Ramy. Il bodybuilding classico apprezzava altre cose oltre le dimensioni.

“Più questo sport diventa estremo e competitivo, più brutalità vengono fatte con i pesi in palestra”. E poi c’è l’uso degli steroidi, o meglio l’abuso, per esibirsi meglio e avere un aspetto migliore esteticamente sul palco. “Il corpo non è progettato per determinati pesi e sostanze, è evidente”, avverte.

“Ci sono atleti che assumono farmaci molto dannosi per la loro salute”

Alla fine il bodybuilding è il culto del corpo, ma quello attuale non è dei più sani. “Prima non lo era, e negli ultimi anni di più, dobbiamo stare attenti a questo”. “Ora ci sono centinaia di palestre nelle città, puoi trovarne una in qualsiasi hotel, il fitness è ovunque e dobbiamo prendercene cura tutti”, conclude.