Amber Heard non può pagare a Johnny Depp i danni per diffamazione

Elaine Charlson Bredehoft, l’avvocato di Amber Heard, ha assicurato in un’intervista per il programma della rete della NBC “Today”, che la sua cliente non è in grado di coprire i poco più di 10 milioni di dollari che deve pagare al suo ex marito, l’attore Johnny Depp, per averlo diffamato. L’avvocato ha dichiarato inoltre che l’attrice ha intenzione di impugnare la decisione della giuria.

La sentenza del tribunale ha condannato Amber Heard di pagare $ 10 milioni di risarcimento e $ 5 milioni di danni punitivi. Tuttavia, il giudice competente, Penney Azcarate, ha ridotto quest’ultimo importo a 350.000, nel rispetto del limite previsto dall’ordinamento giuridico dello stato della Virginia.

Johnny Depp, 58 anni, ha citato in giudizio la sua ex moglie, 36 anni, per diffamazione in relazione a un articolo del 2018 pubblicato da Heard sul Washington Post in cui affermava di essere stata vittima di abusi domestici, sebbene non avesse specificato il nome di sua moglie come presunto abusatore.

In origine, il protagonista di “Pirati dei Caraibi” chiedeva un risarcimento di 50 milioni di dollari. Secondo lui, è stata la sua ex moglie a usare la violenza nella residenza che entrambi condividevano a Los Angeles. Da parte sua, Amber Heard ha intentato una causa contro Depp in cui ha chiesto 100 milioni di dollari in risposta a poche parole del suo avvocato, che ha definito false le accuse della donna, per la quale gli sono stati assegnati 2 milioni di dollari di risarcimenti.

Il processo, iniziato l’11 aprile nella città di Fairfax, è la seconda battaglia legale che l’attore deve affrontare per diffamazione, dopo aver perso un processo contro il tabloid britannico The Sun, che lo ha etichettato come un “picchiatore di mogli”. Il giudice di Londra ha stabilito che aveva ripetutamente aggredito Heard.