Ditrianum: Allineamento planetario potrebbe causare violenti terremoti fino a M7.

Non si tratta dell’apocalisse con una fine del mondo annunciata. Ci sono però ricercatori che, come facevano i nostri antenati, studiano i movimenti dei pianeti per determinare alcune relazioni con terremoti e maremoti sulla Terra. Ed è così che uno di questi ricercatori evidenzia come Urano, Terra e Mercurio (non Marte come indicato da molti) si sono allineati mercoledì e potrebbero portare a un violento terremoto fino a magnitudo sette tra oggi e il 17 ottobre. E’ quato riporta il sito “Ditrianum: Global Earthquake Forecast“.

Il sito, gestito da Frank Hoogerbeets, esperto in attività sismica relativa alla geometria planetaria e soprannominato “ricercatore new age del terremoto”, punta all’allineamento planetario di questa settimana come motivo di preoccupazione.

Secondo le sui previsioni l’attrazione gravitazionale di Urano e Mercurio potrebbe attivare le placche tettoniche della Terra causando forti e violenti terremoti.

“Diversi allineamenti planetari il 10, il 12 e il 15 sono suscettibili di innescare un aumento sismico dal 10 al 17 ottobre, ma dal 10 al 12 sembra più critico con il potenziale di un terremoto di 6 o 7 magnitudo“, aanuncia Frank Hoogerbeets sul suo sito dove ha anche pubblicato anche un video sul suo canale YouTube.

In effeti da mercoledì 10 ottobre si sono già verificati almeno 3 violenti terremoti superiori a M6. In ordine di sequenza si sono registrati prima il forte terremoto M6 nel Mar di Bali in Indonesia, sentito fino a 1000 Km di distanza (10 ottobre), poi il violento terremoto in Papua Nuova Guinea di magnitudo M7,1 sull’Anello di Fuoco (10 ottobre) e successivamente la vibrante scossa di terremoto alle Isole Curili di magnitudo M6,8 sempre sull’Anello di Fuoco (11 ottobre).