È scomparso un aereo di fabbricazione russa, durante un volo dimostrativo nella capitale indonesiana di Jakarta. 46 passeggeri a bordo. Dopo l’Indonesia avrebbe dovuto visitare il Myanmar, il Pakistan e il Kazakistan, il Laos e il Vietnam.

L’aereo è scomparso verso le ore 14:00 locali nella zona di Bogor, a Ovest di Java, ha riferito il portavoce del Ministero indonesiano dei Trasporti, Bambang Ervan.

Il Sukhoi Superjet 100, un aereo civile, era decollato dal Giacarta Halim Perdanakusuma Airport alle 14:00 e ne era stato programmato il rientro 50 minuti dopo. Si trattava del secondo volo della giornata, il primo, senza incidenti, era abbenuto alle ore 12:00.

I piloti del velivolo hanno chiesto poco dopo il decollo il permesso di scendere di quota ai controllori di volo a terra, dopo aver ricevuto risposta affermativa hanno iniziato la manovra ma l’aereo è poi inprovvisamente scomparso dagli schermi radar all’altezza di 6200 piedi, nella zona montuosa di Salak.

Si teme per le sorti dei passeggeri, vari diplomatici dell’ambasciata russa, rappresentanti di compagnie aeree e giornalisti sono a bordo.

Il Superjet 100 della Sukhoi è un velivolo realizzato in partnership da Boeing e Finmeccanica, si tratta del primo aereo di linea progettato dalla Russia dopo il crollo sovietico, rappresenta per la Russia il tentativo di penetrare nei mercati internazionali dominati da Boeing e Airbus. In marzo, un altro Superjet 100 appartenente alla compagnia aerea Russa Aeroflot, fu costretto ad abbandonare il suo progetto di volo verso Astrakhan, in Russia, e tornare a Mosca a causa di problemi con il carrello. Un difetto simile in un altro Superjet 100 ha richiesto un intervento di riparazione a Minsk nel mese di dicembre. Ma la United Aircraft Corporation ha detto che un difetto analogo non comprometterebbe nemmeno in questo caso la sicurezza dei passeggeri.

Squadre di ricerca e di salvataggio si stanno dirigendo verso l’area, ha detto il portavoce del Ministero dei Trasporti indonesiano. Il maltempo, tuttavia, ha costretto almeno due elicotteri di soccorso a tornare indietro.