Il 21 dicembre 2020 celebreremo la stagione invernale (solstizio invernale). Poco dopo l’alba in Europa e poco dopo la mezzanotte in America. Sei ore più tardi la Grande Congiunzione Giove Saturno sarà qualcosa di speciale.

Nel 1603 Keplero calcolò che questa congiunzione nel 7 aC fosse la stella di Betlemme. Giove e Saturno si incontrano in media ogni 19,6 anni. Il Katun, il ciclo del calendario Maya misura 19,7 anni. L’incontro tra Zeus e Cronos, tra Witsilopochtli e Weweteotl, forma un ciclo naturale di 2400 anni.

L’allineamento planetario del 21 dicembre 2020 sarà in Acquario, la costellazione del Diluvio Universale, e il suo messaggio è amore e pace. Per Keplero era quasi impossibile identificare la stella di Betlemme, così come cogliere la relazione dei due Re del Cielo, con conoscenze astronomiche ancestrali.

La stella di Betlemme indica il periodo più freddo sulla Terra in più di 5 milioni di anni, così come la nascita di Cristo è un nuovo punto di origine per il calendario Maya.

Nel 1583, l’ultima grande Congiunzione in una costellazione acquatica, ha fatto pensare che l’Apocalisse si stesse avvicinando. Così il Papa a sua volta proibì la divinazione nel 1586. La realtà è che il Diluvio, l’Apocalisse è associato al Vento, e l’ultima congiunzione in Vento sarà nel 2080, nell’anno due del Primo Sole del nuovo ciclo di 26mila anni. A quel punto le acque si saranno calmate. Ma prima del Diluvio Cosmico, cambierà tutto.

Fonte traduzione: Pedro de Eguiluz (Facebook), esperto in Calendario Maya.