Wi-Fi Alliance semplifica il sistema di denominazione delle reti Wireless.

La nuova convenzione di denominazione di Wi-Fi Alliance riflette essenzialmente il modello che l’industria cellulare utilizza da anni, semplificando le cose e per rendere più facile l’identificazione dei dispositivi compatibili con tecnologie specifiche.

La Wi-Fi Alliance ha introdotto un nuovo sistema di denominazione che renderà più facile per i consumatori identificare le generazioni Wi-Fi.

Il nuovo schema di denominazione si basa su una sequenza numerica che corrisponde ai principali progressi del Wi-Fi. I dispositivi che supporteranno il prossimo standard 802.11ax saranno etichettati come compatibili Wi-Fi 6. Coloro che lavorano con la tecnologia 802.11ac esistente saranno associati ai dispositivi compatibili Wi-Fi 5 e 802.11n avranno una designazione Wi-Fi 4.

Edgar Figueroa, presidente e CEO di Wi-Fi Alliance, ha affermato che per quasi due decenni gli utenti Wi-Fi hanno dovuto rivedere le convenzioni di denominazione tecnica per determinare se i loro dispositivi erano compatibili con il più recente standard Wi-Fi.

Il nuovo schema di denominazione aiuterà gli utenti del settore Wi-Fi a comprendere facilmente la generazione di Wi-Fi compatibile con il loro dispositivo o connessione.

Diverse aziende tecnologiche, tra cui Netgear, MediaTek, Qualcomm, Intel, Marvell e Broadcom, hanno espresso pubblicamente il loro supporto per Wi-Fi 6 e l’introduzione di una terminologia più semplice. Si prevede che sarà ampiamente adottato dall’ecosistema Wi-Fi.

La Wi-Fi Alliance ha dichiarato che la certificazione Wi-Fi 6 arriverà nel 2019. Il nuovo standard opererà negli spettri a 2,4 GHz e 5 GHz e si prevede che conseguirà un aumento di 4 volte delle prestazioni degli utenti grazie a una migliore efficienza.

Wi-Fi 6, Wi-Fi 5 e Wi-Fi 4 è quindi il nuovo schema creato dalla Wi-Fi Alliance che utilizza una semplice numerazione e che manterrà però l’equivalenza con le diverse generazioni di Wi-Fi e i nomi tecnici di tali standard. D’ora in poi si adotterà questo schema e nominazione:

  • Wi-Fi 6 per identificare i dispositivi compatibili con la tecnologia 802.11ax
  • Wi-Fi 5 per identificare i dispositivi compatibili con la tecnologia 802.11ac
  • Wi-Fi 4 per identificare i dispositivi compatibili con la tecnologia 802.11n