WhatsApp limita l'inoltro di messaggi virali a una singola chat per combattere la disinformazione.

WhatsApp ha annunciato una nuova restrizione all’inoltro massiccio di messaggi. Adesso l’applicazione limiterà l’inoltro di questi messaggi virali a una sola chat alla volta. Con questa misura, la società di proprietà di Facebook spera di ridurre la diffusione di bufale e notizie false.

Nel 2018, WhatsApp ha introdotto un limite di cinque chat per inoltro, cosa che, secondo l’azienda, li ha aiutati a ridurre il “25% dell’inoltro di messaggi in tutto il mondo”. Allo stesso modo, l’anno scorso ha introdotto il tag “doppia data” per indicare nelle chat che un messaggio era stato inoltrato molte volte. La misura annunciata oggi fa un ulteriore passo avanti e, mentre è vero che non impedisce la diffusione di bufale, rende per lo meno il lavoro più laborioso.

Ed è che questa nuova misura, almeno sulla carta, dovrebbe rendere più noioso l’atto di inoltrare messaggi in blocco. Per trasmettere una bufala a tutte le chat, l’utente dovrà inoltrare lo stesso messaggio a tutte le chat una alla volta, quindi oltre a una restrizione, è un deterrente.

WhatsApp, tuttavia, non sconsiglia l’inoltro, poiché “sappiamo che ci sono molti utenti che inoltrano informazioni utili, nonché video, meme e riflessioni o frasi divertenti che considerano importanti”. Tuttavia, spiegano di aver notato “un aumento significativo del numero di invii che, secondo alcuni utenti, possono essere travolgenti e contribuire alla diffusione di informazioni errate”.

Proprio per questo motivo il nuovo limite si applica ai messaggi inoltrati più volte, quelli che compaiono con l’etichetta “doppia data”.

Un’altra caratteristica che è stata recentemente aggiunta a questi messaggi è il pulsante di ricerca web. Questo pulsante ti consente di cercare il testo dei messaggi inoltrati più volte su Google, in modo che l’utente possa trovare l’origine di tali informazioni e scoprire se si tratta o meno di una bufala.

WhatsApp limita l'inoltro di messaggi virali a una singola chat per combattere la disinformazione.

Purtroppo, saltare questo limite è relativamente facile. Mentre la persona interessata a diffondere bufale può copiare il testo del messaggio, inviarlo manualmente e “riavviare”, tra virgolette, il contatore. Verrà riapplicato il limite di cinque chat per inoltro e il ciclo si ripeterà, quindi la lotta contro le bufale continua. WhatsApp non ha spiegato da quando entrerà in vigore questa misura o se sarà necessario aggiornare l’app in modo che inizi ad applicarsi.