La teoria universale con tutte le leggi fisiche | Scienza Computazionale.

Stephen Wolfram, fisico e scienziato informatico e autore principale del motore di ricerca Wolfram Alpha e del software Mathematica, ha lanciato un progetto di collaborazione per unificare tutte le teorie fisiche esistenti. Ha spiegato come considera l’universo strutturato e come questa collaborazione multipla potrebbe funzionare durante una videoconferenza trasmessa su Twitch.

Wolfram stima che “tutto è solo spazio” con “molte cose dentro”, non è convinto del quadro tridimensionale del mondo o di altre leggi fisiche comunemente accettate. Sosteiene anche che è necessario generalizzare per codificarle al fine di ottenere un modello corretto dell’universo.

L’idea che ci potrebbe essere una regola computazionale elementare che riproduce con successo l’intero universo fisico “in linea di principio sembra un po’ assurda”, ammette un suo collaboratore, ma quest’uomo sottolinea che non conosce “alcuna ragione fondamentale, fisica, matematica o filosofica” presumere che “non potrebbe esistere” e sarebbe

“un po’ imbarazzante che non lo cerchiamo”.

In effetti, Stephen Wolfram non solo vuole guidare la possibile scoperta di quella teoria fondamentale, ma ha già le sue idee al riguardo. Ad esempio, suggerisce che i punti nello spazio possono essere utilizzati per modellare l’universo e che le leggi applicate genererebbero più punti per collegare e formare una rete.

Pertanto, questo ricercatore suggerisce che il modello dell’universo può essere costruito con “grafica multidirezionale” che unisce numerose reti e che le regole applicate ne determinano le caratteristiche. Wolfram ha già sollevato questa opzione anni fa in un libro, ma la selezione di regole o leggi che formerebbero quel set resta da risolvere.

Fonte: wolframphysics.org.