Fare Trading Forex

I mercati sono in continua evoluzione e chi ama investire sa bene che pochi minuti possono fare la differenza tra un asset che va acquistato e uno che va rivenduto. Il trading online è diventato sempre più dinamico, grazie anche ad app mobili che possono consentire di operare ovunque e in qualunque momento della giornata: per ovviare a tutto ciò, molte piattaforme propongono dei segnali di trading che hanno lo scopo di orientare gli investitori con delle analisi tecniche approfondite e puntuali. Per scegliere quelli a cui affidarsi può essere utile leggere la guida ai migliori segnali di trading realizzata dagli esperti di Tradingonlinetop.com, portale di riferimento nel mondo degli investimenti digitali.

Come funzionano i segnali di trading

Che siano sotto forma di grafico o di messaggio per mail, generati attraverso lo studio di un tecnico o da un sistema matematico, i segnali di trading individuano l’andamento statisticamente più probabile di uno o più asset. Vengono prese in considerazione diverse variabili, quali le medie mensili o annue, i tassi d’interesse (soprattutto nelle materie prime o nelle azioni), la maggiore o minore volatilità di un elemento, persino la valutazione troppo determinante o il cosiddetto bearish, che indica una possibile discesa di valore.

Nel mercato del Forex, ad esempio, i segnali di trading devono indicare nel modo più attendibile possibile quale delle due valute che si desidera scambiare va acquistata a discapito dell’altra; per quanto concerne le criptovalute, invece, è utile venire a conoscenza del loro valore per capire se è il momento di venderle o acquisirle.

In ogni caso, fare scalping con i segnali di trading (ovvero operazioni veloci) non è il suggerimento principale degli esperti, perché il margine di tempo è davvero troppo ristretto. Diventano invece molto utili nel mercato dei CFD, ove si debba valutare il trend possibile di un asset, in discesa (posizione short) o in risalita (posizione long). Se la previsione dettata dai segnali è corretta, si può anche generare un vantaggio

I migliori fornitori di segnali di trading

Analisi tecnica, analisi fondamentale, ma anche dei sentiment sono quindi gli elementi fondamentali che racchiudono i segnali

di trading: essi si trasmettono anche tramite social come Telegram o Skype e persino per mezzo di app dedicate. Uno dei broker che li fornisce a titolo gratuito è, ad esempio, Capex.com che li offre agli utenti anche in modalità demo: in pratica si possono testare le analisi del broker senza mai investire denaro reale, allenandosi a fare trading in maniera simulata sulla piattaforma e verificando che si tratti di quella più idonea alle proprie esigenze. Qualora il riscontro si riveli positivo, è anche possibile passare al conto reale e cominciare a investire nei CFD. Le commissioni, inoltre, sono pari a zero e si trovano anche corsi a costo zero per imparare tutte le principali tecniche di trading con una formazione volta alla pratica.

In linea di massima, i segnali di trading gratuiti sono già piuttosto attendibili, ma se si vuole avere qualcosa di più esaustivo ci si può anche orientare a quelli a pagamento: l’investitore italiano Alessandro Moretti, ad esempio, ha dato vita a Newsletter 10x che per l’appunto fornisce oltre 50 newsletter, pdf e corsi mirati all’apprendimento di cicli economici e analisi finanziarie. Esiste anche una versione Portafoglio Smart cui si aggiungono, ad esempio, video di news, canale Telegram dedicato e ulteriori approfondimenti tecnici.

L’alternativa ai segnali di trading è rappresentata dal trading automatico, ove le tendenze di mercato sono eseguite dal programma sfruttando determinati parametri: è ciò che avviene ad esempio nel copy trading, che emula le mosse di investitori celebri. In questo caso il principale vantaggio è rappresentato dal poter imparare dai più bravi.