Starlink offrirà Internet Wi-Fi sui Voli Aerei

SpaceX vuole fare un ulteriore passo avanti con Starlink, il suo servizio Internet satellitare. E per questo, la compagnia di Elon Musk cercherà di risolvere uno dei problemi che affliggono migliaia di viaggiatori: non poter avere internet WiFi in aereo. Jonathan Hofeller, vicepresidente delle vendite di SpaceX, ha spiegato durante il “Connected Aviation Intelligence Summit” che la società è già in trattative con “più” compagnie aeree per sfruttare Starlink e fornire copertura di rete durante i viaggi aerei.

Un grande passo avanti nella connettività degli aerei

“Abbiamo il nostro prodotto per l’aviazione in fase di sviluppo… abbiamo già fatto alcune dimostrazioni fino ad oggi e speriamo che questo prodotto sarà finalizzato per essere messo sui voli aerei nel prossimo futuro”, hanno spiegato da Starlink..

Starlink è attualmente disponibile in beta, anche in Italia. Il suo hardware costa 499 euro e il suo servizio è di 99 euro al mese. Come descritto dal servizio, attraverso i suoi satelliti possiamo aspettarci tra 50 Mbps e 150 Mbps e una latenza compresa tra 20 e 40 millisecondi.

La connettività sui voli aerei

La connettività sugli aerei sarà diversa da quella che possiamo avere a terra, indipendentemente da quanto siamo lontani dai centri urbani.

Nel caso di Starlink per utenti terrestri abbiamo stazioni di terra in grado di fornire un servizio stabile. Tuttavia, negli aeroplani non puoi dipendere da questi quando viaggi sull’oceano.

Per la connettività ad alta quota, i satelliti Starlink sono collegati tra loro tramite laser. Al momento questa funzione non è disponibile, ma Hofeller spiega che sarà possibile nella prossima generazione di satelliti Starlink, che sono già in fase di sviluppo e sarebbero quelli che permetterebbero di offrire il WiFi sui viaggi aerei.

Al giorno d’oggi il WiFi sugli aerei è lento e molto costoso, ma la promessa di Starlink è quella di avere una “esperienza fantastica”, più vicina a quella a cui gli utenti sono abituati.

La domanda da un milione di dollari è “quando?”

Non abbiamo una risposta concreta, anche se abbiamo alcuni commenti che suggeriscono che sarà “prima piuttosto che dopo”. Uno dei suoi rivali, OneWeb, anche lui presente all’evento, ha fatto notare di aver preparato un servizio simile per “metà del prossimo anno, forse prima”.