Sostenitori di Trump pagati con Bitcoin prima dell'assalto al Campidoglio

L’assalto al Campidoglio un’operazione pianificata e pagata? Un rapporto di Chainalysis, una società di ricerca blockchain, ha rivelato che sono stati distribuiti Bitcoin per un valore di 525 mila dollari tra i sostenitori di Donald Trump. Ciò è accaduto un mese prima dell’assalto al Campidoglio il 6 gennaio.

28,15 bitcoin sono stati distribuiti tra persone e siti web di estrema destra, come il portale neonazista Daily Stormer. Anche il social network Gab e il sito anti-immigrazione VDARE hanno ricevuto questi fondi.

le persone che hanno ricevuto i soldi in bitcoin

La storia ha una strana origine, per non dire altro.

Una persona, che si identifica come di origine francese, ha pubblicato un “apparente messaggio di suicidio” su un blog il 9 dicembre. Non è stato stabilito se alla fine si sia tolto la vita. Tuttavia, questa persona è stata quella che ha inviato i 525mila dollari in Bitcoin ai portali e ai personaggi protagonisti di questa storia. Lo ha fatto un giorno prima della pubblicazione della nota.

Chi ha ricevuto la maggior parte delle criptovalute?

Nicholas "Nick" Fuentes

Nicholas “Nick” Fuentes, un influencer youtuber il cui account YouTube è stato cancellato per aver negato l’Olocausto. È anche un fan delle teorie del complotto. Nick Fuentes ha ricevuto il 45% del finanziamento totale, secondo la ricerca Chainalysis.

Bitcoin è servito a finanziare l’attacco al Campidoglio?

Il 6 gennaio, Donald Trump ha convocato i suoi sostenitori per fare pressioni sul Congresso e impedire la

certificazione di Joe Biden come presidente. Tutto è sfuggito di mano quando i più estremi hanno invaso il Campidoglio. Cinque persone sono morte, tra invasori e polizia che stavano a guardia della sede del Congresso.

Trump si sarebbe poi ritirato dagli eventi violenti. Tuttavia, rimaneva la prova dell’istigazione della lotta. Chi era tra le altre personalità che hanno influenzato il suo messaggio all’attacco? Nick Fuentes:

“Io dico che non dovremmo lasciare questo Campidoglio fino a quando Donald Trump non sarà presidente”, ha detto Fuentes, citato dal portale di notizie MLive. “Noi, il popolo americano, non permetteremo a queste elezioni fraudolente di fare un passo avanti”.

l'investigazione completa di Chainalysis

L’FBI ha arrestato molti degli aggressori del Congresso, tra cui Jake Angeli, il famoso “Uomo con le corna”. Forse è anche dietro a molti di coloro che hanno ricevuto le criptovalute. Per leggere l’investigazione completa di Chainalysis è possibile consultare il seguente link dell’azienda.