Klete Keller accusato dopo aver preso parte all'assalto in Campidoglio.

Klete Keller, nuotatore americano due volte campione olimpico, affronta tre accuse federali dopo aver preso parte alle rivolte a Washington nei giorni scorsi. L’atleta 38enne è stato identificato come uno degli assalitori del Campidoglio, dopo essere apparso in un video, postato sui social media da un reporter del medio conservatore Townhall, come dettagliato da un agente dell’FBI nel suo rapporto, citato mercoledì dal New York Times.

Il video dell’assalto al Campidoglio USA

Nelle immagini si vede un uomo, che sembra essere Klete Keller, in una giacca della squadra olimpica statunitense all’interno dell’edificio che ospita le due Camere del Congresso, mentre le autorità cercano di liberare l’area.

Klete Keller accusato dopo aver preso parte all'assalto in Campidoglio.

I documenti d’accusa, depositati presso il Tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia, non descrivono appieno ciò che l’atleta ha fatto, al di là del fatto che gli ufficiali hanno cercato di espellerlo dal complesso insieme ad altri sostenitori di Donald Trump.

Le accusazioni a Klete Keller

È accusato di aver ostacolato le forze dell’ordine, di essere entrato o rimasto consapevolmente in un edificio o in un complesso ristretto senza autorizzazione legale, e di essere entrato e alterato violentemente l’ordine pubblico in Campidoglio.