Si deve evitare "una pandemia di proporzioni apocalittiche".

Le Nazioni Unite chiedono al G20 di evitare “una pandemia di proporzioni apocalittiche” e di garantire pari risorse in tutti i paesi per combattere il covid-19. Sì, perchè a parte le varie teorie sulla fine del mondo, come quella sulla nuova Profezia Maya, che afferma che la vera Apocalisse è iniziata il 21 dicembre 2019, dobbiamo fermare la pandemia del nuovo coronavirus in tutti i modi possibili. E’ così che il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha scritto questo messaggio in una lettera ai leader del G20.

Il segretario generale delle Nazioni Unite (ONU), António Guterres, ha scritto questo 24 marzo una lettera ai paesi del G20 chiedendo loro maggiori risorse per impedire alla pandemia globale di covid-19 di raggiungere “proporzioni apocalittiche”.

Nella sua lettera, datata 23 marzo, il capo di quell’organizzazione internazionale ha chiesto di prendere varie misure, come lanciare urgentemente un pacchetto di stimolo coordinato con “miliardi di dollari” per aiutare i paesi bisognosi, vietare tariffe, contingenti o altre restrizioni agli scambi, e rinunciare a sanzioni per aiutare alcune persone a ottenere cibo e forniture mediche.

Guterres sostiene il lancio di queste e altre iniziative per aiutare “aziende, lavoratori e famiglie” perché ritiene che molti paesi “non possano fare questo sforzo da soli”.

Pertanto, il capo delle Nazioni Unite ha indicato che è necessario “creare le condizioni e mobilitare le risorse necessarie per garantire che i paesi in via di sviluppo abbiano le stesse opportunità di rispondere a questa crisi”, sottolineando che le risorse disponibili per il Fondo Monetario Internazionale (FMI) sono insufficienti e devono essere

costantemente aumentati.

Allo stesso tempo, António Guterres ha sostenuto che il Catastrophe Containment and Relief Trust dell’FMI ottenga “un maggiore sostegno finanziario” e che la ristrutturazione del debito diventi “una priorità”.

Lo stesso Guterres ha annunciato ieri nel corso di una conferenza stampa virtuale che le Nazioni Unite hanno bisogno di 2 miliardi di dollari per aiutare i paesi poveri a mitigare gli effetti della pandemia covid-19.

Celebrazione del G20

In precedenza, è stato riferito che l’urgente teleconferenza dei leader del G20 sull’epidemia di coronavirus si terrà il 26 marzo. Da parte loro, il presidente francese Emmanuel Macron e il suo omologo cinese Xi Jinping hanno concordato lunedì di tenere un vertice del gruppo di nazioni del G20 per coordinare la risposta economica globale e della salute pubblica allo scoppio del coronavirus.

Come concordato, il vertice si terrà in videoconferenza e potrebbe anche coinvolgere rappresentanti dell’Organizzazione mondiale della sanità a lavorare insieme sulla questione dei vaccini e dei trattamenti.