Scienziati vogliono bombardare la Grande Piramide di Giza con raggi cosmici.

Gli scienziati hanno in programma di bombardare la Grande Piramide di Giza con raggi cosmici per confermare l’esistenza di una “camera” nascosta. Questo nuovo studio dovrebbe far luce sulle parti sconosciute dell’interno di quella struttura.

Un team di ricercatori dell’Università di Kyushu (Giappone), secondo quanto riportato da The Archeology News Network, ha in programma di bombardare con raggi cosmici, per la seconda volta, la Grande Piramide di Giza, per confermare l’esistenza di una “camera interna” rilevata in una precedente indagine.

Nel 2016, gli scienziati hanno utilizzato una tecnologia nota come “immagini dei raggi cosmici” – una tecnica simile a quella dei raggi X – per esplorare l’interno della famosa struttura egiziana, situata alla periferia del Cairo (Egitto) e costruita attorno al 2500 aC.

La scoperta principale di quel studio è stata l’esistenza di uno spazio nascosto al centro della piramide. È una cavità di oltre 30 metri di lunghezza, situata sulla Grande Galleria, un passaggio che collega la camera funeraria del faraone Jufu con un tunnel che conduce verso l’esterno.

Sakuji Yoshimura, che gestisce il progetto – in cui sono coinvolte diverse università – ha ribadito l’interesse del team a “verificare i risultati”.

Gli specialisti useranno la stessa tecnica utilizzata nel primo studio, un processo che consiste nel posizionare piastre speciali all’interno e intorno alla piramide, che raccolgono le particelle di raggi cosmici – conosciute come muoni – che piovono attraverso l’atmosfera e quindi vengono assorbite o deviate da superfici dure.

Il team dell’Università Kyushu prevede di arrivare presto in Egitto per iniziare la scansione della piramide. I ricercatori sono fiduciosi che questo nuovo studio faccia luce sulle parti sconosciute dell’interno della piramide e sperano di pubblicare i loro risultati per questo autunno.

Fonte: https://archaeologynewsnetwork.blogspot.com