Colonia (Germania) – Molto simile al nostro sistema solare in quanto i pianeti terrestri ruotano attorno ad un Sole ed i pianeti giganti gassosi orbitano a grandi distanze.

La scoperta è stata fatta da alcuni astrofisici europei del Centro Aerospaziale Tedesco (DLR) guidati dallo spagnolo Juan Cabrera: un secondo sistema solare nel quale orbitano sette pianeti attorno alla stella KOI-351.

L’architettura di questo sistema è molto simile a quella del nostro sistema solare, una scoperta il cui interesse principale è quello di aiutarci a capire come si sono formati entrambi. I risultati del team di studiosi sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Astrophysical Journal.

Tra le similitudini tra i due sistemi abbiamo che la stella si trova al 2500 anni luce di distanza dalla Terra.

Tre dei sette pianeti ruotano intorno al KOI-351 nei periodi di 331 giorni, 211 giorni e circa 61 giorni, molto simili a quelle della Terra, Venere e Mercurio.

I pianeti rilevati dal team di Cabrera e dal suo team hanno periodi compresi tra 7, 9, 92 e 125 giorni. Il pianeta più esterno orbita intorno alla stella ad una distanza di 150 milioni di chilometri: è una distanza che è simile alla distanza tra la Terra e il Sole.

KOI è l’acronimo di “Kepler Object of Interest“, in quanto la stella è stata osservata per la missione Kepler. Attualmente è la stella con il maggior numero di pianeti extrasolari conosciuti finora.