Allerta Studiosi: La Groenlandia si sta sciogliendo rapidamente.

Gli scienziati hanno avvertito che la Groenlandia si scioglie rapidamente a causa delle frequenti piogge durante l’inverno, quindi il livello del mare può aumentare.

Un gruppo di ricercatori ha scoperto che le piogge sono diventate sempre più frequenti in Groenlandia, durante l’inverno, e accelerano lo scioglimento dei ghiacci. In più di 30 anni, circa il 28% della superficie totale del ghiaccio è stato fuso.

Lo scioglimento del ghiaccio sulla superficie è stato uno dei principali fattori di perdita di massa in Groenlandia. Tuttavia, fino ad ora i meccanismi che innescano lo scioglimento non sono stati compresi, quindi gli scienziati hanno studiato i fattori scatenanti.

Gli esperti hanno esaminato le condizioni atmosferiche sinottiche associate a 313 aumenti di fusione rapida sulla grande isola nell’estremo nord Atlantico, rilevate dai satelliti nel periodo 1979-2012.

Combinando i dati di rianalisi e 30 stazioni meteorologiche, hanno osservato che la fusione è iniziata da un flusso di aria calda e umida guidata da cicloni, che si traduce in precipitazioni su larga scala, i ricercatori hanno spiegato in un articolo pubblicato giovedì sulla rivista scientifica The Cryosphere.

La decomposizione della variabilità atmosferica sinottica sulla Groenlandia suggerisce che il modello meteorologico identificato, che causa la fusione rappresenta il 40% delle precipitazioni nette nella regione, ma gli aumenti nella frequenza, nella durata e nell’estensione delle precipitazioni hanno portato ad uno squilibrio.

In generale, le precipitazioni precipitano come neve in inverno, cosa che può bilanciare lo scioglimento del ghiaccio in estate, ma tra il 1979 e il 2012 sono stati osservati i primi due periodi di piogge invernali che sono stati aumentati a 12 nel 2012.

Inoltre, più di 300 volte durante il periodo di studio, l’analisi ha rilevato che gli eventi piovosi causavano una fusione del ghiaccio, la maggior parte in estate, quando l’aria aumenta ad una temperatura sopra lo zero.

Le piogge hanno cambiato la linea tra il guadagno e la perdita di ghiaccio man mano che più acqua si accumula nel manto nevoso, ha detto il team di scienziati provenienti dalla Germania e dagli Stati Uniti, guidati dalla dottoressa Marilena Oltmanns dell’Oceanic Research Center GEOMAR, in Germania.

Per anni, l’enorme calotta glaciale della Groenlandia è stata monitorata da vicino perché contiene una grande quantità di acqua ghiacciata e se tutto quel ghiaccio si scioglie, il livello del mare salirà fino a sette metri, minacciando le popolazioni costiere in tutto il mondo.