Missione Marte Exomars è stata sospesa

L’Agenzia Spaziale Europea ha deciso all’unanimità di sospendere definitivamente il programma ExoMars e definire nuove opzioni in futuro per questa missione spaziale astrobiologica su Marte.

Pochi giorni fa l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) aveva ritenuto “molto improbabile” che la missione Exomars decollasse quest’anno a causa del conflitto con Russia-Ucraina. Ora, l’ESA ha appena inviato una dichiarazione in cui conferma che “come organizzazione intergovernativa con il mandato di sviluppare e attuare programmi spaziali nel pieno rispetto dei valori europei, deploriamo profondamente le vittime umane e le tragiche conseguenze dell’aggressione contro l’Ucraina. Pur riconoscendo l’impatto sull’esplorazione scientifica dello spazio, l’ESA è pienamente allineata alle sanzioni imposte alla Russia dai suoi Stati membri“.

Per questo, nella riunione del Consiglio direttivo dell’ESA, svoltasi a Parigi il 16 e 17 marzo e dopo aver valutato la situazione derivante dalla guerra in Ucraina rispetto a ExoMars, hanno deciso all’unanimità “l’impossibilità di svolgere una cooperazione continua con Roscosmos sulla missione rover ExoMars con un lancio nel 2022“, e ha ordinato al Direttore Generale dell’ESA di adottare le misure appropriate per sospendere di conseguenza le attività di

cooperazione; ha autorizzato il Direttore Generale dell’ESA a svolgere uno studio industriale accelerato per definire meglio le opzioni disponibili per implementare la missione rover ExoMars.

ExoMars doveva essere lanciato su un razzo russo nel settembre 2022 e atterrare otto mesi dopo. Questa cooperazione è appena giunta al termine e, con essa, il programma ExoMars come originariamente previsto.

Stiamo dando priorità assoluta a prendere le decisioni giuste, non solo per il bene della nostra forza lavoro coinvolta nei programmi, ma nel pieno rispetto dei nostri valori europei, che hanno sempre plasmato in modo fondamentale il nostro approccio alla cooperazione internazionale“, ha affermato l’ESA a pochi giorni fa.

Il Direttore Generale dell’ESA Josef Aschbacher intende convocare una sessione straordinaria del Consiglio nelle prossime settimane per presentare proposte specifiche di decisione da parte degli Stati membri. Dopo che i russi hanno lasciato la base di lancio europea di Kourou, sono 4 le missioni spaziali dell’Esa sospese.