Raro minerale comune su Marte trovato in Antartide

Un minerale comune su Marte e raramente visto sulla Terra è stato trovato a più di 1000 metri di profondità nel ghiaccio dell’Antartide. Secondo quanto riferito da Science, questo minerale giallo-marrone, noto come jarosite, è stato trovato per la prima volta nel 2004 sul pianeta rosso, all’inizio della missione del rover Opportunity della NASA. La scoperta ha sorpreso gli scienziati, poiché questo materiale ha bisogno di acqua per formarsi, così come di condizioni di ferro, solfato, potassio e acidità.

Lo studio che descrive il ritrovamento, condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca (Italia) e pubblicato sulla rivista Nature Communications, suggerisce che la jarosite si sia formata allo stesso modo sia sulla Terra che su Marte, a partire dalla polvere accumulata in vecchi depositi di ghiaccio. Man mano che le lastre di ghiaccio crescevano nel tempo, la polvere si sarebbe accumulata all’interno e si sarebbe trasformata in minerale all’interno delle sacche di neve tra i cristalli di ghiaccio. Tuttavia, questo processo non è mai stato osservato da nessuna parte nel nostro sistema solare.

Raro minerale comune su Marte trovato in Antartide

La nuova scoperta ha confermato l’ipotesi che i ricchi sedimenti di questo minerale identificati sulla superficie di Marte sarebbero legati alla presenza di grandi calotte polari che coprivano parte del pianeta rosso nel suo lontano passato geologico.

Dove si trova il jarosite sulla Terra

Sul nostro pianeta, il jarosite può essere trovato nei rifiuti minerari esposti all’aria e alla pioggia, ma non è comune.

Giovanni Baccolo, autore principale dello studio e geologo dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha osservato che nessuno si aspettava di trovare questo minerale in Antartide e non lo stava nemmeno cercando.

Inizialmente, i ricercatori stavano cercando minerali che potessero indicare i cicli dell’era glaciale negli strati di un nucleo di ghiaccio lungo 1620 metri dove sono stati registrati migliaia di anni di storia della Terra, ma negli strati più profondi, hanno scoperto alcune rare particelle di polvere. Per confermare l’identità del minerale, il team ha misurato il modo in cui ha assorbito i raggi X ed ha esaminato i grani con potenti microscopi elettronici, confermando che si trattava di jarosite.

L’esperto ha spiegato che il nucleo di ghiaccio conteneva solo piccole quantità di jarosite, particelle più piccole di un ciglio o di un granello di sabbia, osservando che su Marte è presente molta più polvere che in Antartide, che riceve solo piccole quantità di cenere e polvere nell’aria proveniente dagli altri continenti.

“Marte è un luogo polveroso, tutto è coperto di polvere”, ha detto Baccolo, aggiungendo che “più cenere favorirebbe la formazione di più jarosite nelle giuste condizioni”. Lo scienziato ha concluso che la sua ricerca “è solo il primo passo per collegare il profondo ghiaccio antartico con l’ambiente marziano“.