Intascava stipendio da 15 anni senza mai lavorare

Si chiama Salvatore Scumace e ha 66 anni. Avrebbe dovuto lavorare come addetto ai vigili del fuoco in un ospedale pubblico di Catanzaro, e invece apparentemente è stato assente dall’orario di lavoro per 15 anni consecutivi pur continuando a ricevere il suo stipendio intero ogni mese, raggiungendo fino a un totale di oltre 538.000 euro complessivi. A seguito delle indagini della Guardia di Finanza, Scumace è stato arrestato dalla polizia ed è indagato per frode, estorsione e abuso di potere.

D’altra parte, sono sotto inchiesta anche sei funzionari ospedalieri che avrebbero trascurato l’assenza prolungata dell’uomo.

Scumace era un dipendente dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro, capoluogo della Calabria, nel sud Italia, ma ha smesso di denunciare per lavoro nel 2005. Il presunto truffatore è accusato di aver minacciato il suo superiore all’epoca di non emettere una denuncia disciplinare contro di lui. Alla fine, quel manager si è ritirato e il suo sostituto non ha mai notato l’assenza di Scumace, che ora ha 66 anni. Il caso è stato scoperto nel luglio 2020 come parte di un’indagine più ampia da parte delle autorità sulle frodi nel settore pubblico, e Scumace è stato finalmente licenziato nell’ottobre dello stesso anno.