Primi casi al mondo di influenza aviaria H5N8 negli esseri umani in Russia

Almeno sette dipendenti di un allevamento di pollame nel sud della Russia sono stati diagnosticati con un nuovo tipo di influenza aviaria, riferisce TASS, citando il capo dell’agenzia sanitaria russa Rospotrebnadzor, Anna Popova. Secondo il funzionario, questo è il primo caso confermato al mondo di infezione umana dal virus dell’influenza aviaria A (H5N8). In conferenza stampa Popova ha spiegato: “Gli scienziati del Centro Véktor hanno isolato il materiale genetico di questo tipo di influenza aviaria da sette dipendenti di un allevamento di pollame nel sud della Federazione Russa, dove è stato registrato un focolaio tra la popolazione avicola nel dicembre 2020”.

Il direttore di Rospotrebnadzor ha anche sottolineato che questa situazione potrebbe essere controllata poiché tutte le misure per proteggere le persone e gli animali sono state attuate in un tempo molto breve.

“Tutte le persone, i sette individui di cui parlo oggi, si sentono bene, il loro decorso clinico è stato molto lieve. Ma allo stesso tempo, i nostri scienziati sono stati in grado di vedere i cambiamenti nel corpo umano e la risposta immunitaria per trovare questo virus in i sette lavoratori dell’allevamento avicolo “, ha detto il funzionario.

Il virus può “imparare” a essere trasmesso tra gli esseri umani

Allo stesso modo, Popova ha sottolineato che non sono stati ancora registrati casi di trasmissione da persona a persona. “Finora, vediamo che il nuovo patogeno dell’influenza aviaria A (H5N8) è in grado di diffondersi dagli uccelli all’uomo.

Ha superato la barriera delle specie. Tuttavia, questa variante non è trasmessa da persona a persona oggi”, ha confermato.

Tuttavia, la rapidità delle mutazioni può “consentirgli di superare questa barriera”, cioè il virus può “imparare” a essere trasmesso tra esseri umani, ha aggiunto il capo di Rospotrebnadzor. A questo proposito, Popova ha sottolineato l’importanza della scoperta degli scienziati russi.

“Il rilevamento di questi cambiamenti, quando il virus non ha ancora acquisito la proprietà di essere trasmesso da persona a persona, dà a tutti noi, al mondo intero, il tempo per prepararci a possibili scenari e rispondere così in modo appropriato e tempestivo: sviluppare sistemi di test e preparazione di piattaforme vaccinali prima che questo virus diventi più patogeno e più pericoloso per l’uomo e acquisisca la capacità di trasmettere da persona a persona “, ha spiegato il funzionario.

Il capo dell’istituzione ha anche riferito che la Russia ha inviato informazioni all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sul primo caso di infezione umana con il nuovo tipo di influenza aviaria. Inoltre, Véktor ha già inserito i dati di sequenziamento completo del genoma del virus A (H5N8) con le mutazioni che gli hanno permesso di superare la barriera interspecie “, ha detto Popova.