Google Meet aggiunge nuove funzioni per le classi virtuali

Google aggiungerà nuove funzionalità a Meet per aiutare gli educatori che utilizzano questo servizio come strumento educativo. Altre funzionalità dedicate alla moderazione verranno aggiunte nei prossimi mesi in modo che gli insegnanti possano gestire le loro classi online.

Nuove funzionalità di Google Meet per l’apprendimento online

Alcune delle novità che Google Meet porterà consentiranno agli insegnanti di mantenere il controllo delle classi. Ad esempio, una delle funzioni ti consentirà di disattivare l’audio di tutti i partecipanti contemporaneamente durante una riunione per avere attenzione e parlare senza interruzioni.

Questa opzione può avere più applicazioni, ad esempio, quando si creano discussioni tra studenti, molti degli studenti stanno scherzando o per evitare situazioni imbarazzanti. In questo caso, solo l’ospite della riunione potrà utilizzare questa opzione, che sarà disponibile solo dalla versione web di Google Meet.

In questo caso, l’insegnante non sarà in grado di annullare l’azione e solo gli studenti potranno attivare nuovamente i loro microfoni.

Se invece vogliono evitare che ciò accada, possono applicare un’altra delle opzioni che fanno parte della notizia e che dà la possibilità di controllare quando gli studenti possono attivare il suono.

Verrà inoltre aggiunta una nuova opzione per gli insegnanti per assicurarsi che i loro studenti non rimangano nelle chat room al termine della lezione. Questa opzione consentirà loro di terminare la chiamata per tutti i partecipanti.

Naturalmente, tutte queste opzioni dipenderanno dai criteri dell’insegnante o dal tipo di classe che sta sviluppando. Un’atmosfera di dibattito non è la stessa di una classe dedicata a una dissertazione. In ogni caso, Meet offrirà una serie di opzioni per coprire diversi scenari.

E per completare tutte le nuove funzionalità di Meet, Google annuncia l’integrazione con Classroom. In un precedente articolo abbiamo menzionato tutte le funzionalità che Google sta preparando per Classroom, quindi questa integrazione faciliterà il lavoro agli educatori che utilizzano i due servizi Google.