Falso Allarme nello Spazio: niente Fosfina su Venere

Era il pomeriggio del 14 settembre e una notizia ha fatto scattare allarmi ed eccitazione tra gli scienziati di tutto il mondo. La presenza di fosfina sarebbe stata trovata nell’atmosfera di Venere. In questo modo è cresciuta la possibilità di un qualche tipo di vita extraterrestre su questo pianeta. Tuttavia, una nuova analisi afferma che si trattava di un errore dello studio originale. Una confusione che rimuove l’illusione.

La presenza di fosfina nell’atmosfera di un pianeta è l’equivalente della vita.

Gli scienziati spiegano che questa sostanza è generata da organismi viventi all’interno del corpo celeste. Pertanto, la scoperta dello scorso settembre è stata molto importante. Così importante che fin dall’inizio si è parlato di dirigere lo sguardo delle missioni spaziali su Venere. Ma, prima di farlo, era importante confermare, successivamente rivalutare. E terminare con dati sicuri delle affermazioni.

Fosfina nell’atmosfera di Venere?

Questo è il motivo per cui gli scienziati si chiedevano: Fosfina nell’atmosfera di Venere? La nuova analisi indica che no. E spiega che nel primo studio i dati erano stati confusi con l’anidride solforosa. La prima conferma ha mostrato che la quantità di fosfina calcolata era sbagliata, che la realtà è che ce n’era di meno. Tuttavia, hanno pensato che fosse altrettanto significativo. C’era una terza squadra che ha misurato nuovamente e ha trovato l’errore.

L’errore nei calcoli è dovuto al fatto che i primi scienziati hanno perso tra il 90 e il 95 per cento dell’anidride solforosa presente nel cielo di Venere. Quindi, poiché questo componente, che è il terzo più comune sul pianeta, non era presente, l’ipotesi della fosfina è cresciuta. Gli indicatori furono regolati, gli aghi scattarono indietro e il biossido scacciò la possibilità di fosfina e quindi di vita su Venere.