Eruzione solare di Classe X, la più grande in 4 anni

Il Solar Dynamics Observatory della NASA ha catturato un significativo brillamento solare il 3 luglio, derivante da una macchia solare chiamata AR2838, alle 10:29 EDT, che appare e scompare improvvisamente.

Questo brillamento è il primo rilevato nel ciclo solare 25 di classe X, questo significa che il Sole sta finendo il suo periodo di calma. Questi tipi di razzi sono i più forti e causano intensi blackout radio e tempeste geomagnetiche.

Il Sole ha un ciclo di 11 anni, a partire da un punto di minima attività fino al massimo in cui emette macchie solari, bagliori e tempeste. Il ciclo solare 25 inizia a dicembre 2019, secondo il calcolo ci stiamo avvicinando a raggiungere la sua massima attività nell’anno 2025.

Questi brillamenti sono esplosioni che appaiono nelle macchie solari sulla superficie solare, emettendo enormi quantità di esplosioni di radiazioni. Ciò equivale a milioni di bombe nucleari fatte esplodere contemporaneamente.

I brillamenti di classe X sono i più potenti e, a seconda della forza, viene assegnato il numero X1, X2, ecc. Il flare attualmente registrato era di classe X1.5 e il flare emesso a settembre 2017 è stato classificato di classe X8.2.

La funzione protettiva della nostra Atmosfera

Grazie al fatto che il nostro pianeta ha l’atmosfera, la radiazione non può attraversare e danneggiare quelli

di noi che abitano la Terra. Ma quando sono intensi colpiscono i satelliti, le sonde, le reti elettriche sulla terra e gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale.

Lo US Space Weather Prediction Center (SWPC), incaricato di monitorare l’attività solare che causa condizioni meteorologiche spaziali come brillamenti e tempeste solari, ha riportato un breve blackout radio R3 sull’Atlantico il 3 luglio.

I funzionari SWPC hanno scritto:

“La nuova regione 2838 ha prodotto un segnale X1 impulsivo (R3 – Strong Radio Blackout) alle 14:29 UTC del 3 luglio. Questa regione delle macchie solari si è sviluppata durante la notte ed è stata anche responsabile di un flare M2 (R1 – Minor Radio Blackout) alle 07:17 UTC del 3 luglio”.

Il precedente ciclo solare (24) aveva 49 brillamenti solari di classe X, l’attuale ciclo 25 dovrebbe essere altrettanto attivo, con una tendenza a peggiorare quando si avvicina al suo massimo nel 2025.