Elon Musk ha comprato Twitter, quanto ha speso?

L’imprenditore Elon Musk ha rotto gli indugi ed ha ricevuto il via libera per l’acquisto di Twitter dopo aver raggiunto un accordo, come confermato lunedì dal social network in un comunicato diffuso da PR Newswire. Quanto ha speso? L’accordo è da circa 44.000 milioni di dollari con i rappresentanti dell’azienda.

Twitter ha annunciato oggi di aver stipulato un accordo definitivo per essere acquisita da un’entità interamente controllata da Elon Musk per $ 54,20 per azione in contanti, una transazione del valore di circa $ 44 miliardi. “Una volta completata la transazione, Twitter diventerà una società privata”, aggiunge.

Indica anche che il prezzo di acquisto rappresenta un aumento del 38% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni Twitter il 1° aprile, che è stato l’ultimo giorno di negoziazione prima che Musk rivelasse la sua partecipazione di circa il 9% nella società.

“Il consiglio di Twitter ha intrapreso un processo ponderato e completo per valutare la proposta di Elon concentrandosi deliberatamente su valore, certezza e finanziamento”, ha affermato Bret Taylor, presidente del consiglio di amministrazione indipendente di Twitter. “La transazione proposta genererà un notevole premio in contanti e riteniamo che sia il miglior percorso da seguire per gli azionisti di Twitter”, ha aggiunto.

Le discussioni sull’accordo, che sembravano “incerte” la scorsa settimana, sono accelerate nel fine settimana dopo che il CEO di Tesla e SpaceX ha “attirato” gli azionisti su Twitter con i dettagli finanziari della sua offerta. “Spero che anche i miei peggiori critici rimangano su Twitter, perché questo è ciò che significa libertà di parola”, ha scritto il magnate in un tweet.

Il 4 aprile l’imprenditore ha acquisito una partecipazione passiva del 9,2% in Twitter, diventando così il principale azionista, che ha fatto aumentare del 26% il valore delle azioni della società nelle precedenti operazioni di marketing.

A metà aprile, il CEO di Tesla e SpaceX si è offerto di acquistare il 100% di Twitter con un pagamento in contanti di $ 54,20 per azione, che, secondo Bloomberg, potrebbe essere considerata una delle più grandi acquisizioni su Internet.

Durante un TED talk tenuto quello stesso giorno, il tycoon ha specificato che migliorare la fiducia del pubblico nella piattaforma è “estremamente importante per il futuro della civiltà“, per cui ha suggerito che gli algoritmi di Twitter siano resi pubblici, ad esempio, su Github, in modo che gli utenti capire come funziona la rete.

Allo stesso modo, ha condannato che “i tweet vengono promossi o retrocessi in modo misterioso”, sostenendo che si tratta di qualcosa di potenzialmente “pericoloso”. In questo senso, era a favore della libertà di espressione e che Twitter rispettasse le leggi statunitensi.

Il giorno dopo, il consiglio di amministrazione del social network ha adottato la cosiddetta strategia della “pillola velenosa”, con la quale hanno cercato di impedire al CEO di Tesla e SpaceX di aumentare la sua partecipazione a Twitter di oltre il 15%.

Il CEO di Twitter riceverà 42 milioni di dollari se lascia entro 12 mesi dall’acquisto di Musk

Parag Agrawal, l’attuale amministratore delegato di Twitter, riceverà circa 42 milioni di dollari se verrà licenziato entro 12 mesi da un cambio di controllo sul social network, ha riferito Reuters lunedì, citando la società di ricerca Equilar.

Secondo un portavoce della società, il pagamento finanziario include un anno dello stipendio base di Agrawal più “la maturazione accelerata di tutte le sovvenzioni in azioni” basata sul prezzo di offerta dell’uomo d’affari Elon Musk di $ 54,20 dollari per azione.