debito pubblico italia nuovo record luglio 2022

Il debito globale delle pubbliche amministrazioni in Italia ha raggiunto a luglio il nuovo record di 2,77 trilioni di euro, il dato più alto dall’inizio della serie storica pubblicata dalla Banca d’Italia e l’equivalente del deficit di bilancio degli Stati Uniti durante l’anno fiscale 2021.

Secondo i dati più recenti del bollettino “Finanze pubbliche, fabbisogni e debiti” di detto istituto finanziario, si tratta di un aumento di oltre 3 miliardi rispetto a giugno e di oltre 44 miliardi (o lo stesso importo in dollari, data l’attuale parità di entrambe le valute) nell’importo anno su anno.

In questo modo il debito pubblico ammonta a 46.174 euro per ogni cittadino residente in Italia, neonati compresi, il che costituisce “un fardello molto pesante per il Paese, che pagheranno le future generazioni, senza contare che il debito pubblico probabilmente crescerà ancora di più a causa delle emergenze economiche scoppiate in Italia”, ha spiegato Carlo Rienzi, presidente dell’associazione no profit Codacons.

Secondo le dichiarazioni di Rienzi, citate dai media locali, la situazione attuale è “insostenibile” ed è necessario affrontarla “attraverso misure efficaci in grado di ridurre questo mostruoso debito“.

Inoltre, nel mese di giugno si è ulteriormente ridotto il controvalore del portafoglio titoli di Stato italiani detenuto da soggetti esteri, toccando un nuovo minimo da maggio 2019, con soli 657.923 milioni di euro.