cr7 cristiano ronaldo divorzio immediato manchester united

Cristiano Ronaldo non giocherà più per il Manchester United. Il club inglese ha annunciato martedì che il giocatore portoghese lascerà la squadra ‘di comune accordo’ e che la decisione avrà effetto immediato.

“Cristiano Ronaldo lascerà il Manchester United di comune accordo, con effetto immediato”, ha scritto il club in un comunicato. “Il club lo ringrazia per il suo immenso contributo nei suoi due incantesimi all’Old Trafford”, ha aggiunto.

Cristiano Ronaldo ha segnato 145 gol nelle 346 partite giocate con la maglia del Manchester United. È arrivato al club nel 2003, esordendo in Premier League dopo aver lasciato i portoghesi dello Sporting, e ha continuato a giocare in Inghilterra fino al suo passaggio al Real Madrid nel 2009. Il suo secondo periodo al Manchester United è iniziato lo scorso anno, dopo aver giocato per la Juventus.

Da giorni circolavano voci su un suo possibile allontanamento dal club. Secondo quanto riferito, il Manchester United avrebbe avviato un procedimento legale per licenziare la stella portoghese, rompendo il suo contratto di 500 mila sterline (595 mila dollari) a settimana senza pagargli un centesimo dei 16 milioni di sterline (19 milioni di dollari) che avrebbe dovuto guadagnare fino alla scadenza di

giugno.

Gli avvocati del club inglese erano convinti che Ronaldo avesse violato i termini del suo contratto con le sue accuse esplosive contro il club, i suoi compagni di squadra e l’allenatore Erik ten Hag.

Critiche a CR7

“Quando sono arrivato al Manchester United, sono stato sempre disponibile ad aiutare il club a fare le cose per bene, a trovarmi nei posti giusti, a competere con le migliori squadre”, ha raccontato il fuoriclasse portoghese in un’intervista rilasciata alla televisione britannica programma “Piers Morgan Uncensored”.

“Ma è difficile quando ti tagliano le gambe e non gli piace che tu brilli e non ascoltano i tuoi consigli. Penso di avere parole per consigliare il club. Penso di poter aiutare molto, ma quando l’infrastruttura non va bene…”, ha dichiarato.

“Non so cosa stia succedendo, ma da quando Sir Alex [Ferguson] se n’è andato non ho visto alcuna evoluzione nel club, i progressi sono stati pari a zero”, ha commentato.

Ronaldo ha avuto parole dure anche per l’attuale direttore tecnico dei “Red Devils”, Erik ten Hag. “Non lo rispetto perché lui non rispetta me. Se tu non hai rispetto per me, io non avrò mai rispetto per te”.