Coronavirus, Borrelli: un altro mese in quarantena, 1° Maggio a casa.

Il capo della Protezione civile d’Italia, Angelo Borrelli, ha dichiarato in un’intervista a Radio Rai 1 che l’isolamento per fermare la pandemia di coronavirus potrebbe estendersi almeno fino al prossimo 2 maggio e che, l’apertura graduale delle attività, potrebbe iniziare il 16 di quel mese.

Secondo Borrelli, è difficile che la situazione di emergenza in Italia migliori prima del primo maggio, quindi gli italiani dovranno rimanere a casa in quarantena “per molte settimane”.

“Credo proprio di sì. Non credo che per quella data questa situazione passerà. Dovremo stare in casa per molte settimane ancora. Il coronavirus cambierà il nostro approccio ai contatti umani e interpersonali. Dovremo mantenere le distanze per diverso tempo”.